Tesla: sì al Bitcoin solo se green. E le quotazioni della criptovaluta salgono


Tesla potrebbe tornare a consentire le transazioni nella moneta virtuale, quando le operazioni di mining diventeranno più sostenibili: il Bitcoin corre verso i $40.000. Tudor ottimista sulla criptovaluta.

Paolo Savona, presidente della Consob, mette in guardia: occhio ai Bitcoin, come i mutui subprime nel 2008.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Musk riapre uno spiraglio sui Bitcoin come metodo di pagamento

Le giravolte di Musk mandano ancora una volta in fibrillazione i prezzi della cryptocurrency più famosa al mondo. Rigorosamente su Twitter, come oramai consuetudine.

Musk ha commentato che Tesla riprenderà a consentire le transazioni in Bitcoin "quando ci sarà la conferma che i miners usano una ragionevole quantità di energia pulita (circa il 50%) con un trend positivo futuro". In pochi minuti dal tweet del numero uno di Tesla, il Bitcoin ha segnato un vertiginoso +13%, per poi posizionarsi sui livelli attuali del +10% in area $39.200.

Tutto è iniziato a febbraio scorso quando, in un filing alla Sec (la Consob statunitense), Tesla aveva rivelato di aver investito ben 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin in un quadro più ampio di diversificazione degli asset. Musk suggeriva ai suoi clienti di sfruttare la criptovaluta per pagare i veicoli elettrici marchiati Tesla.

Il 13 maggio è arrivato il cambio di rotta: nell'ennesimo tweet, Musk aveva “ripudiato” i Bitcoin affermando che Tesla non avrebbe più accettato pagamenti con la valuta digitale. Immediate le reazioni da parte degli investitori cripto che hanno venduto a man bassa seguendo il loro guru.. Il motivo del dietro-front? Le preoccupazioni sulle conseguenze ambientali del mining di Bitcoin che, secondo Musk, "provoca la peggiore emissione rispetto a qualsiasi altro combustibile".

Bitcoin: +10% nelle ultime 24 ore

La più popolare delle criptovalute ha guadagnato quasi il 10% nelle ultime 24 ore, raggiungendo i 39.741 dollari, secondo i dati di CoinMarketCap, da un livello inferiore ai 36 mila. Dall'inizio dell'anno, il Bitcoin è aumentato di oltre il 30%, anche se il suo prezzo attuale è lontano dal massimo storico di 64.829 raggiunto ad aprile.

Il tweet di Musk arriva a commento di Magda Wierzycka, CEO della società di servizi finanziari Sygnia, che accusa Musk di "manipolazione del mercato" dei Bitcoin a suo vantaggio.

Per la manager sudafricana, Musk sarebbe stato quasi certamente indagato dalla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti se, al posto di Bitcoin, avesse manipolato qualsiasi altro asset. Accuse rimandate al mittente da Musk, che spiega: Tesla ha venduto solo il 10% dei Bitcoin in portafoglio, confermando che possono essere "liquidati facilmente senza muovere il mercato".

In un'intervista rilasciata giovedì a Julia LaRoche di Yahoo Finance, il famoso investitore Paul Tudor Jones ha paragonato il Bitcoin (BTC) ai metalli preziosi e le altre criptovalute ai metalli industriali, “il Bitcoin mi ricorda molto le azioni delle società di Internet del 1999, perché Internet era agli inizi. Nessuno sapeva come valorizzarlo a causa del mondo delle possibilità che si prospettavano."

Jones si aspetta che tutti, compresi gli Stati sovrani, utilizzeranno "un qualche tipo di valuta digitale" nei prossimi 20 anni. A quel punto il mercato delle valute digitali sarà molto simile a quello odierno dei metalli, dove convivono "le crypto preziose come Bitcoin, che assumeranno il ruolo dell'oro, e le crypto transazionali che svolgeranno le funzioni attualmente ricoperte dai metalli industriali come il rame e l'alluminio."

La Consob lancia un SOS

Oggi, durante il discorso annuale alla comunità finanziaria, il presidente della Consob, Paolo Savona, mette in guardia gli investitori dal proliferare delle criptovalute, la cui speculazione può essere paragonata a quella sui mutui subprime nel 2008.

Savona sottolinea: “il fiume ormai in piena degli strumenti virtuali si è articolato in molti e variegati rivoli: internet attesta che esistono in circolazione dalle quattro alle cinque mila cryptocurrency che operano più o meno indisturbate; se a esse si applica l'esperienza fatta in poco tempo dalla Consob nell'oscurare in Italia centinaia di siti web che raccoglievano illecitamente risparmio, il quadro che ne risulta appare preoccupante".

Il presidente della Consob rileva che "senza presidi adeguati (norme ed enti), ne consegue un peggioramento della trasparenza del mercato, fondamento della legalità e delle scelte razionali degli operatori".

Gli strumenti di vigilanza tradizionali non bastano più. Nelle attuali condizioni, secondo Savona, "le autorità possono intervenire utilizzando anch'esse i vantaggi delle tecniche digitalizzate – ha proseguito – la loro azione risulterà più efficace se cooperano tra loro".

Per quanto riguarda il ruolo dell'Italia, Savona rileva che "se i tempi di maturazione di un'iniziativa a livello europeo fossero lunghi, il Paese dovrebbe provvedere autonomamente, non foss'altro per essere pronto a integrarsi nelle istituzioni comunitarie, quando esse entreranno in vigore".


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: TSLA.US
Isin: US88160R1014
Rimani aggiornato su: Tesla

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni