Tesla sorprende, analisti alzano i target price


Le vendite della casa automobilistica di Elon Musk sono diminuite lo scorso trimestre ma meno di quanto atteso da Wall Street facendo balzare il titolo del 10% alla Borsa di New York.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Le vendite di Tesla

È stata la protagonista assoluta ieri a Wall Street con un +10% in chiusura, la migliore tra le componenti dello S&P500 grazie ai dati sulle consegne diffusi prima dell’apertura di seduta. Sprint che porta Tesla a ridurre il calo da inizio anno al 6%, attraendo nuovamente ottimismo sulle sue prospettive future.

Guardando ai dati, le consegne della casa di Elon Musk nel secondo trimestre dell’anno sono calate del 4,8% rispetto ad un anno prima, scendendo a 466.140 vetture. Questi numeri, però, risultano migliori del consensus che se ne attendeva 438 mila (dati LSEG) e mostra un miglioramento rispetto al -8,5% (386.810 unità) comunicato nel primo trimestre (primo calo dal 2020). Migliora l’andamento rispetto al trimestre precedente, con le immatricolazioni cresciute del 14,8%.

Del totale delle auto prodotte, 386.576 sono state Model 3 e Y, mentre le rimanenti 24,255 sono state di altri modelli. Con riguardo alle consegne, 422.405 sono state Model 3 e Y, 21.551 altri modelli.

Il prossimo appuntamento per Tesla è fissato per il prossimo 23 luglio 2024 quando la società pubblicherà i risultati finanziari per il secondo trimestre dell’anno dopo la chiusura del mercato.

Ives alza target price

Tra i primi a credere in Tesla è, come sempre, Dan Ives di Wedbush, subito precipitatosi ad alzare il suo target price sul titolo, portandolo a 300 dollari dai 275 precedenti, a seguito di quella che ha definito “una performance di ritorno” dopo “un primo trimestre disastroso”. Dopo sei mesi “molto instabili, il fascino è tornato nella storia di Tesla”, ha aggiunto.

Ives ricorda che prima di ieri “era opinione diffusa che Tesla avrebbe deluso le aspettative degli analisti di Wall Street”, pertanto i dati sulle vendite sono stati “sorprendenti anche per gli investitori”.

Per l’analista, Tesla potrà continuare a crescere grazie all’Intelligenza Artificiale, portando la capitalizzazione di mercato oltre 1 trilione di dollari e il titolo a oltre mille dollari: la casa di Elon Musk “è la società più sottovalutata nel campo dell’AI”, ha spiegato.

Anche gli analisti di Citi sono ottimisti sulla società, vedendo ancora “la possibilità di migliorare il sentiment sulle azioni Tesla e un sentiment più ampio sui veicoli elettrici rispetto al sentiment negativo che abbiamo visto negli ultimi sei mesi”. Secondo gli esperti ora l'attenzione si concentrerà sui risultati trimestrali, in particolare “sui margini lordi automobilistici di Tesla nel secondo trimestre per valutare l'equazione prezzo/costo, nonché su eventuali aggiornamenti sui futuri lanci di prodotti".

Troppo presto per cantare vittoria?

Meno ottimista Matt Britzman, azionista di Tesla e analista di Hargreaves Lansdown, secondo il quale “questo non è il momento di rivendicare la vittoria su un mercato EV debole e Tesla avrebbe bisogno di un secondo semestre straordinario per eguagliare i volumi dell'anno scorso, cosa probabilmente improbabile”.

Negli ultimi mesi Tesla ha spostato l'attenzione sui suoi sforzi di AI, come i robotaxi di prossima presentazione e il robot umanoide Optimus, per contrastare il rallentamento delle vendite di veicoli elettrici, che generano oltre l'80% delle sue entrate trimestrali.“Considerando quanto il mercato sia stato ribassista nei confronti dei veicoli elettrici - e in particolare di Tesla - negli ultimi due trimestri, questi fattori dovrebbero portare a una rivalutazione della storia dei veicoli elettrici a Wall Street", spiega l'analista di Investing.com, Thomas Monteiro. “Si tratta di una moltitudine di catalizzatori positivi che si sono riuniti al momento giusto”, ha aggiunto e “quello che possiamo dire è che la proposta di veicoli elettrici, almeno per gli operatori più grandi, appare molto più brillante ora di quanto non fosse solo due mesi fa”.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 14,80% annuo con il certificate su Renault, Stellantis e Tesla
Sottostanti:
TeslaRenaultStellantis
Rendimento p.a.
14,8%
Cedole
3,7% - €37,00
Memoria
si
Barriera Cedole
50%
ISIN
DE000VD8H9L7
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: TSLA.US
Isin: US88160R1014
Rimani aggiornato su: Tesla

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni