TIM recupera dai minimi storici in attesa dell’offerta per NetCo


I contrasti all’interno del consiglio di amministrazione avevano sparso incertezza sul titolo di Telecom Italia nei giorni scorsi, vista la diversa valutazione di NetCo da parte dei membri del board, ma gli analisti restano ottimisti su un possibile recupero.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Acquisti su TIM

Telecom Italia tra i migliori del Ftse Mib nella seduta odierna, in un contesto positivo per Piazza Affari dopo la riunione della Banca centrale europea di ieri.

Oggi le azioni della ex monopolista arrivano a guadagnare oltre il 4% nella prima parte della mattinata, toccando un massimo di 0,2009 euro.

Il rally di oggi è arrivato dopo il minimo storico aggiornato nel corso della seduta di ieri, a 0,1903 euro.

“La debole performance del titolo a nostro avviso è da spiegare con le tensioni emerse negli ultimi giorni sul fronte societario”, confermano gli analisti di Equita Sim, mantenendo una raccomandazione ‘hold’ sul titolo, con target price a 0,39 euro.

Consiglio di acquisto su TIM da Kepler Cheuvreux, con prezzo obiettivo a 0,4%, visto che “il mercato finora ha ignorato i benefici della separazione strutturale/cessione di asset/consolidamento e i conti del secondo trimestre leggermente superiori alle attese, l’aumento della guidance e alcuni elementi operativi positivi”.

“Il sentiment”, evidenziano questi analisti, “continua a essere condizionato dai timori sul rallentamento economico, dai tassi in crescita e dall’inflazione”.

Divergenze su NetCo

La società è in attesa dell’offerta per NetCo da parte di DP/Macquarie/KKR attesa per l’ultima settimana del mese secondo Il Sole 24 Ore (29 settembre), con un importo atteso su valori anche inferiori ai 20 miliardi di euro, nonostante l’advisor di Vivendi, Rothschild, punti ai 31 miliardi.

Proprio sul tema della valutazione di NetCo si sarebbero incentrati i contrasti di questi giorni all’interno del cda, a cui si aggiungerebbe “l’incerto contesto politico in cui l’offerta viene presentata con l’iniziale ostilità da parte dei partiti di centrodestra”, spiegano da WebSim.

Alla luce di queste forti divergenze tra i soci TIM su NetCo, “non ci sorprenderebbe una valutazione sulla parte bassa del range (vicina quindi a 20 miliardi, in linea con la valutazione di NetCo implicita nel nostro target price su TIM di 0,43 euro e raccomandazione ‘molto interessante’), come un atto di coerenza verso tutte le parti che hanno sottoscritto l’MOU a maggio (OF, KKR, Macquarie, TIM, CDP) che ha la consapevolezza di non poter essere risolutivo, rimandando qualsiasi decisione sul futuro di TIM ai piani che saranno adottati dal nuovo governo”, aggiungono dalla sim.

Nel caso in cui le “negoziazioni tra CDP e Vivendi non dovessero andare in porto, come ci sembra ormai probabile, potrebbe tornare in auge il piano prospettato ad agosto da FdI su una possibile OPA da parte di CDP con contestuale cessione a termine degli asset retail”, alternativa considerata dagli analisti di WebSim “finanziariamente meno impegnativa per CDP e che avrebbe lo stesso endgame di quello prospettato dall’attuale MOU per l’acquisizione della NetCo: in entrambi i casi, CDP arriverebbe infatti a controllare la NetCo di TIM e OpenFiber”.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: TIT.MI
Isin: IT0003497168
Rimani aggiornato su: Telecom Italia

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni