L’Ucraina non chiede alla Nato la no fly zone, future Wall Street positivi

finestra mercati

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy si è unito ai leader della Nato in collegamento video, ma non ha ripetuto le richieste di adesione all'alleanza atlantica. Dati sul mercato del lavoro più forti delle attese. Spotify si accorda con Google sull’accesso alla piattaforma.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Subito dopo la pubblicazione della prima serie di dati macroeconomici, i future di Wall Street salgono di circa mezzo punto percentuale.
Le nuove richieste di sussidio di disoccupazione sono scese a 187.000 la scorsa settimana, da 215.000. Il consensus si aspettava 210.000.
Gli ordini di beni durevoli sono calati in febbraio del 2,2%, contro il -0,6% atteso dal consensus: in gennaio l'incremento era stato dell'1,6%.
Bilancia delle partite correnti con un deficit di 217,9 miliardi di dollari nel quarto trimestre 2021. In linea con le previsioni.

Vertice Nato sull'Ucraina

Gli Stati Uniti e i loro alleati stanno lavorando per supportare l'Ucraina con missili antinave, ha riferito un alto funzionario dell'amministrazione statunitense a Reuters. "Abbiamo iniziato a consultarci con gli alleati sulla fornitura di missili antinave all'Ucraina", ha detto il funzionario a margine del vertice Nato a Bruxelles.
"Potrebbero esserci alcune sfide tecniche nella realizzazione, ma è qualcosa che stiamo discutendo con gli alleati e su cui stiamo iniziando a lavorare".
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si è unito ai leader della Nato in collegamento video, ma non ha ripetuto le richieste di adesione all'alleanza atlantica o l'istituzione di una no-fly zone, secondo il funzionario. "L'atmosfera generale è stata sobria, risoluta ed è stata incredibilmente unita", ha aggiunto.

La bussola di Barclays per il 2022

Le borse degli Stati Uniti e dell’Europa sono sui livelli su cui si dovrebbero trovare alla fine dell’anno, mentre il petrolio ed i tassi di mercato sono sopra quel che si aspetta Barclays. Nella nota firmata dallo strategist Ajay Rajadhyaksha, oggi la banca inglese fornisce le sue previsioni sull’andamento dei mercati finanziari nel corso del 24-03-2022.
“Per sette trimestri consecutivi abbiamo sovrappesato le azioni globali rispetto ai bond” scrive Rajadhyaksha. In questo periodo “i mercati finanziari hanno costantemente sottovalutato la forza degli utili aziendali trimestrali”. Guerra ed iper inflazione hanno cambiato tutto, è arrivato il tempo di “prepararsi per un ritorno più basso”. Il consiglio è quello, “di stare in prossimità dei benchmark”, perché l’upside è nullo o negativo. L’investitore però non deve stare alla finestra ma deve tornare a fare selezione settoriale.
A Wall Street, Barclays consiglia le società collegate al ciclo economico con una bassa esposizione all’estero, la farmaceutica, la finanza ed anche l’aggregato dei big tech (Meta, Apple, Netflix, Amazon, Microsoft e Google), in una parola, FANMAG. In Europa, oltre alle banche ed alle società industriali, si punta anche sull’Energy, nonostante Barclays si aspetti a fine anno un prezzo del petrolio Brent di poco sopra quota novanta dollari, circa trenta in meno dei prezzi di oggi. Per quanto riguardo le grandezze macro economiche, Rajadhyaksha ritiene che la stagione del rialzo dei tassi di mercato durerà ancora poco, a fine anno, il decennale degli Stati Uniti.

Europa resiliente alla guerra

Le prime indicazioni sugli effetti della guerra sull’economia dell’Occidente sono confortanti: “I dati flash del Purchasing Manager Index (PMI) di marzo mostrano un'economia europea sorprendentemente resiliente. Questo primo sguardo alla crescita, colpita dalla crisi ucraina, mostra che la riapertura dei settori dei servizi sta compensando le preoccupazioni del settore manifatturiero. Il Regno Unito guida questa resilienza, con il suo PMI composito che si riduce solo marginalmente a un ancora forte 59,7, ben al di sopra del livello di pareggio di 50. Una prospettiva di crescita migliore del previsto è stata vista nell'Unione Europea (54,5), con la Germania che è scesa a 54,6 mentre la Francia è salita a 56,2. I settori dei servizi della regione stanno riaprendo e rimbalzando con l'allentamento delle restrizioni. Questo sta compensando gli impatti degli alti costi energetici e delle dinamiche delle catene di approvvigionamento sul settore manifatturiero. Questo è un sollievo per le prospettive di crescita del PIL e degli utili societari in Europa”, commenta Ben Laidler, global markets strategist di eToro.

Tra i titoli a Piazza Affari segnaliamo

Spotify +4%, sale per effetto delle novità nel sistema di accesso al servizio erogato dalla piattaforma della musica in streaming: la registrazione sarà possibile direttamente da Google Play. Per le stesse ragioni, sale anche Match Group, società che gestisce un sito di appuntamenti.

Nikola +15%, ha annunciato che il suo impianto di Coolidge, in Arizona, ha iniziato a produrre. 

Darden Restaurants. -3%. La holding che controlla una serie di catene di ristoranti ha chiuso il trimestre con un utile per azione di 1,93 dollari, 17 in meno delle aspettative del consensus. Deludenti anche le vendite a parità di perimetro. La società ha detto che è tutta colpa della variante Omicron.

KB Home -4%. Il produttore di case mono famigliari ha presentato una trimestrale inferiore alle aspettative su tutti i fronti a causa dei problemi nella logistica.

Uber Technologies ha deciso di includere nella sua app per la mobilità, tutti i servizi taxi di New York.

GameStop -5%, dal +14% di ieri.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy