Unicredit, continua la crescita delle commissioni. Analisti alzano il target price


Il Cfo della banca conferma il buon andamento dell’istituto anche nel secondo trimestre mentre il consensus aggiornato prevede un triennio 2024-2026 ancora fatto di crescita.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Crescono le commissioni di Unicredit

La crescita di Unicredit sembra non volersi fermare e la banca prevede un secondo trimestre ancora scintillante dopo i record realizzati tra gennaio e marzo del 2024. Ad esporsi in questo senso è stato Stefano Porro, Cfo di Piazza Gae Aulenti, parlando nel corso dell’European Financials Conference 2024 organizzato da Goldman Sachs a Madrid.

Il manager ha segnalato il prosieguo anche nel secondo trimestre della crescita delle commissioni registrata nei tre mesi precedenti dalla banca milanese, oltre che da altri istituti italiani, dopo un “difficile 2023”. “Le commissioni nette del secondo trimestre hanno mantenuto il buon andamento del primo trimestre”, ha specificato Porro.

Se “gli ultimi tre anni sono stati un grande viaggio per Unicredit”, proseguiva il cfo, “è ovvio che vogliamo continuare a fare la differenza con il passato, guardiamo a una banca più sostenibile e a un approccio best-in-class”. “Abbiamo lavorato per raggiungere molti dei risultati che conoscete già e anche per quelli che racconteremo nel futuro”, concludeva Porro, promettendo che “il 2024 sarà un anno importante, in cui ci aspettiamo un utile netto di oltre 8,5 miliardi”.

Redburn alza il target price

Nel frattempo, gli analisti di Redburn Atlantic hanno rafforzato la loro view positiva su Unicredit, alzando il target price sul titolo da 38 a 43 euro rispetto ai 35,55 euro di questa mattina (-0,10%). Le azioni della banca sono in rialzo del 45% da inizio 2024, sovraperformando il FTSE MIB (+13,80%).

Il consenso Bloomberg aggiornato registra 20 ‘buy’, 6 ‘hold’ e nessun ‘sell’, mentre il target price medio è cresciuto a 42,50 euro da 32,90 euro di inizio anno.

Le previsioni per il 2024

In queste ore la banca ha pubblicato l’aggiornamento del consensus degli analisti per il 2024 (oltre che per il biennio 2025/2026) a seguito dei risultati trimestrali, sulla base delle indicazioni elaborate da 18 broker italiani e internazionali.

In particolare, il consensus per l’esercizio in corso si attende un utile netto contabile di 9,01 miliardi di euro (valore medio), migliorato rispetto alla precedente indicazione di un risultato finale di 8,64 miliardi comunicata prima della diffusione dei risultati finanziari del primo trimestre 2024.

L’utile per azione è visto a 5,43 euro (minimo di 5,16 euro, massimo di 5,74 euro), rispetto ai 5,25 euro del precedente consensus. Il CET1 è stimato a 15,92%.

Il margine di intermediazione dovrebbe scendere da 23,84 miliardi a 23,56 miliardi (23,06 miliardi la precedente stima), mentre il risultato netto di gestione è indicato a 13,28 miliardi dopo svalutazioni su crediti per 830 milioni.

Per quanto riguarda il dividendo 2025, relativo al 2024, gli esperti in media prevedono una cedola di 2,26 euro per azione (minimo 2 euro e massimo 2,46 euro), dai 2,18 euro della stima precedente.

Il biennio 2025-2026

Riviste anche le previsioni 2025 e 2026, con il prossimo anno che dovrebbe vedere un utile netto di 8,52 miliardi (precedente previsione di 8,06 miliardi) e il seguente stimato a 8,48 miliardi.

Il margine di intermediazione 2025 è indicato a 23,11 miliardi, da una precedente stima di 22,61 miliardi, e a 23,31 miliardi nel 2026.

Infine, il dividendo 2026 (relativo all’esercizio 2025) dovrebbe ammontare a 2,55 euro per azione (forchetta compresa tra i 2,11 euro e i 3,02 euro), mentre quello 2027 (esercizio 2026) potrebbe arrivare a 3 euro per azione.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile maxipremio del 19% e premi trimestrali dell'1,5% (6% annuo) con il certificate su Banca MPS, Saipem e UniCredit
Sottostanti:
Banca MPSSaipemUniCredit S.p.A
Maxicedola
19%
Importo Maxicedola
€19,00
Rendimento p.a.
6%
Cedole
1,5% - €1,50
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
XS2777256814
Emittente
Barclays
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: UCG.MI
Isin: IT0005239360
Rimani aggiornato su: UniCredit

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni