Unicredit, Orcel ottimista: “dividendo 2022 può essere superiore al precedente”


Secondo il Ceo dell’istituto milanese ci sono i margini per aumentare la cedola relativa allo scorso anno alla luce dei risultati ottenuti nei primi nove mesi del 2022.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Dividendo Unicredit

Andrea Orcel protagonista al World Economic Forum di Davos che si sta svolgendo nel corso di questa settimana, promettendo agli azionisti un dividendo ancora appetibile.

Nel corso di un’intervista rilasciata a Bloomberg TV, il manager ha spiegato che se “all’inizio dell’anno abbiamo indicato la nostra ambizione era quella di essere in linea o superiori al 2021”, sulla base “dei numeri relativi alla fine dei nove mesi possiamo essere più alti”.

L’obiettivo di Unicredit vede la distribuzione di 16 miliardi di euro attraverso una combinazione di riacquisti e dividendi fino al 2024, attuando una delle maggiori remunerazioni tra le banche europee.

Obiettivo Mps?

Dopo aver detto di ritenersi ottimista circa la possibilità di evitare una recessione per l’Europa nel corso di quest’anno, Orcel si è soffermato sulle prospettive future della banca, in particolare riguardo alla ‘promessa sposa’ Monte dei Paschi di Siena.

Rispondendo alla domanda del giornalista, Orcel non ha chiuso le porte, sottolineando la nuova condizione della banca senese, per poi lasciarsi andare un “vedremo in futuro”, considerando anche che “la banca di Siena “ha preso una direzione diversa nella sua strategia”.

“Mps ha uno nuovo CEO e un nuovo piano, ha raccolto capitale e ha bisogno di un minimo di tempo per mettere i conti in ordine e ristrutturare”, ricordava il manager, definendo “positive” le prime indicazioni, mentre “molte delle cose che sono state fatte sono quelle che pensavamo andassero fatte”.

Citigroup alza il target price

Fiducia sul titolo Unicredit da parte degli analisti di Citigroup, ottimista anche sull’altra grande banca italiana, Intesa Sanpaolo.

Il broker ha migliorato il prezzo obiettivo dell’istituto milanese a 16,40 euro per azione dai 15,50 euro precedenti, con raccomandazione ‘buy’.

A Piazza Affari, intanto, il titolo Unicredit resta leggermente sotto la parità (-0,10%) dopo circa due ore di contrattazioni e le sue azioni vengono scambiate a 14,61 euro.

Per quanto riguarda la sua principale concorrente, Intesa Sanpaolo, per Citigroup è ancora ‘buy’ con un target price alzato a 2,70 euro dai precedenti 2,65 euro, mentre oggi il titolo tratta a 2,238 euro (-0,50%).

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: UCG.MI
Isin: IT0005239360
Rimani aggiornato su: UniCredit

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni