Webuild si espande al Sud Italia dopo la commessa in Arabia Saudita


Il gruppo ex Impregilo ha ottenuto in consorzio con Ghella e Pizzarotti due nuovi contratti in Italia per complessivi 3,7 miliardi di euro per lo sviluppo della mobilità sostenibile.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Webuild si espande

Nuovi contratti per Webuild questa volta nel Sud Italia dopo quello ottenuto in Arabia Saudita.

Venerdì scorso, infatti, la società italiana che opera nel settore delle costruzioni e dell'ingegneria ha annunciato due nuovi contratti per complessivi 3,7 miliardi per lo sviluppo della mobilità sostenibile.

I contratti sono stati aggiudicati in consorzio con i gruppi Ghella e Pizzarotti con capofila Webuild, per un valore della commessa oltre i 2 miliardi di valore per la realizzazione della nuova linea alta velocità Salerno-Reggio Calabria, per la tratta compresa tra Battipaglia e Romagnano (Lotto 1A), mentre il secondo da 1,65 miliardi di euro riguarda il Lotto 3 Lercara-Caltanissetta Xirbi della direttrice ferroviaria Palermo-Catania.

I due contratti, ricorda la nota della società, sono inseriti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e commissionati da Gruppo FS Italiane (RFI).

Al servizio del paese

Le opere saranno eseguite da due diversi consorzi, entrambi guidati da Webuild con una quota totale di ogni gruppo pari al 60%, mentre il resto sarà detenuto alla pari con il 20% ognuno da Ghella e Impresa Pizzarotti.

Nel dettaglio, il Lotto 1A dell’alta velocità Salerno-Reggio Calabria prevede la progettazione definitiva e la realizzazione di 35 chilometri di nuova linea ferroviaria, su cui sarà possibile viaggiare fino a 300 km orari.

Inoltre, è inclusa la realizzazione di circa 14km di tunnel, scavati anche con impiego di TBM (Tunnel Boring Machine), di 6km di viadotti e circa 5km di gallerie artificiali.

Infine, è prevista anche la realizzazione a Romagnano di un bivio per l’interconnessione della nuova linea con la linea esistente che da Battipaglia va verso Metaponto e Potenza.

La strategia al Sud Italia

L’ottenimento delle commesse “conferma il ruolo di Webuild e della filiera tutta per lo sviluppo e la crescita del paese, al cui servizio le imprese del settore mettono a disposizione una eccellenza tecnica e ingegneristica all’insegna dell’innovazione e della tecnologia avanzata”, sottolinea la nota della società.

Il gruppo è particolarmente impegnato nel meridione d’Italia, dove i due nuovi contratti ottenuti portano a 19 i progetti in corso di realizzazione nel Sud Italia, con una filiera di oltre 3.800 fornitori da inizio lavoro.

Si tratta di “progetti strategici per la mobilità sostenibile del paese anche in un’ottica di transizione energetica”, sottolineano dal gruppo ex Impregilo, “che contribuiranno ad unire il Nord al Sud del paese, supportando lo sviluppo e la crescita dei territori e favorendo la competitività dell’Italia, rendendola sempre più interconnessa all’Europa”.

Impatto e andamento in borsa

I due nuovi contratti portano a 13,7 miliardi di euro i nuovi ordini acquisiti e in corso di finalizzazione da inizio anno, inclusi 3,5 miliardi di progetti di cui risulta il migliore offerente.

Le commesse sono state ottenute prevalentemente in mercati a basso rischio come Italia, Europa, Australia e Stati Uniti, ricordano dalla società.

A Piazza Affari, intanto, il titolo Webuild aveva iniziato la seduta in rialzo di oltre l’1%, toccando un massimo di 2,08 euro per azione, per poi virare in negativo (-0,20%) dopo solo mezz’ora di scambi, scendendo così a 1,97 euro, rispetto ai 2,9 euro di target price fissati da WebSim Intermonte che conferma la raccomandazione ‘interessante’.

Il contratto in Arabia Saudita

I contratti annunciati venerdì scorso seguono quello ottenuto da Webuild in joint venture con Shibh al Jazira Contracting Company comunicati giovedì 11 maggio, dal valore di circa 1,4 miliardi di euro di valore complessivo.

L’opera riguarda la progettazione e la realizzazione di 57 chilometri di linea ferroviaria ad alta velocità a Neom, lungo la costa Nord del Mar Rosso, e la jv composta al 70% da Webuild e il resto da Sajco progetterà e realizzerà gran parte del collegamento di Oxagon (avanzato centro industriale di Neom) con la futuristica città The Line.

Webuild stima che per i lavori verranno creati oltre 4mila posti di lavoro, tra diretti e di terzi e, a lavori terminati, Neom sarà alimentata al 100% da energia pulita e generata da fonti rinnovabili come solare, eolico e idrogeno verde.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 12,60% annuo con il certificate su Renault, Stellantis e Volkswagen
Sottostanti:
Stellantis NVVolkswagen AGRenault SA
Rendimento p.a.
12,6%
Cedole
3,15% - €3,15
Memoria
si
Barriera Cedole
50%
ISIN
XS2491858093
Emittente
Barclays
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: WBD
Isin: IT0003865570
Rimani aggiornato su: Webuild

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni