Xiaomi si butta nel business dell’auto elettrica

auto elettrica

Cresce la concorrenza in un settore fortemente incentivato dal governo di Pechino. Il terzo produttore al mondo di smartphone ha annunciato la nascita di una nuova società ad hoc per produrre EV con un piano di investimenti da 10 miliardi di dollari in 10 anni. Previste quest’anno in Cina vendite per 1,9 milioni di veicoli elettrici, con una crescita del 51% sul 2020.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Sarà lo stesso Ceo di Xiaomi, Lei Jun, a guidare la nuova attività.

Cresce la concorrenza nel settore dell’auto elettrica in Cina. Ieri Xiaomi, il gigante cinese degli smartphone, ha annunciato che inizierà a produrre veicoli elettrici sulla base di un piano di investimenti da 10 miliardi di dollari nei prossimi 10 anni.

Secondo quanto riporta il sito della Cnbc, sarà lo stesso Ceo di Xiaomi, Lei Jun, a guidare il nuovo business che sarà realizzato da una nuova società interamente controllata da Xiaomi, con un investimento iniziale di 1,5 miliardi di dollari. Nel comunicato si legge: “Xiaomi spera di potere offrire veicoli elettrici intelligenti perché tutti nel mondo possano approfittare di un modo di vita intelligente”.

Quotata a Hong Kong, Xiaomi capitalizza 83 miliardi di dollari.

Quotata alla Borsa di Hong Kong dove capitalizza 83 miliardi di dollari, Xiaomi è il terzo produttore al mondo di smartphone con un fatturato nel 2020 di 37,8 miliardi di dollari e un utile di 2 miliardi. Finora la società è cresciuta a un ritmo di circa il 20% all’anno e gli analisti prevedono un’accelerazione nel corso del 2021, con i ricavi attesi per fine anno a 50,2 miliardi (+32%).

L’ingresso di Xiaomi nell’arena andrà ad innalzare il livello di competizione nel più grande mercato al mondo dell’auto elettrica, dove già oggi, di fianco ai due principali protagonisti, Tesla e Nio, operano società fortemente determinate a crescere come Xpeng e BYD, con quest’ultima che gode dell’appoggio finanziario di Warren Buffett. Senza contare i progetti nell’auto elettrica di Geely, il primo produttore cinese di veicoli con motore termico, che si è alleato con il colosso tecnologico Baidu e insieme hanno formato una joint venture per realizzare auto elettriche di alto livello tecnologico, tutte dotate di sistema di guida autonomo.

Finora il governo di Pechino ha investito 60 miliardi di dollari a sostegno dell’EV.

La diffusione di auto elettriche è fortemente sostenuta dalle politiche del governo di Pechino che negli anni scorsi ha elargito sostanziosi incentivi. E’ stato calcolato che gli investimenti complessivi del governo a sostegno di questo settore dell’industria hanno superato i 60 miliardi di dollari. E’ soprattutto grazie al boom dell’auto elettrica in Cina che Tesla l’anno scorso ha raggiunto l’obiettivo di 500.000 auto vendute.

Anche se una parte delle agevolazioni di Stato non sono più state confermate, la società di ricerca Canalys prevede che quest’anno in Cina saranno venduti 1,9 milioni di veicoli elettrici, con una crescita del 51% sull’anno precedente. L’obiettivo delle autorità di Pechino è che entro il 2035 l’intero parco circolante sulle strade cinesi sia formato da auto elettriche o ibride.

Essendo il primo mercato al mondo dell’auto, la Cina condiziona le scelte di investimento di tutti i produttori di veicoli. Non a caso sia la tedesca Volkswagen che l’americana General Motors hanno annunciato programmi di trasformazione del loro business per cui entrambe puntano a produrre solo auto elettriche entro il 2035.


Certificate
Isin: DE000VQ5JDP6
Possibile rendimento annuo del 17,02% con il certificate su Tesla e NIO
certificate-fca-volkswagen
Sottostanti:
NIO LimitedTesla, Inc
Rendimento annuo:
17,02%
Cedole:
4,255% - €42,55
ISIN:
DE000VQ5JDP6
Memoria:
si
Emissione:
3 marzo 2021
Scadenza:
3 marzo 2023
Barriera su Cedole:
50%
Barriera su Cedole:
45%
Barriera su Cedole:
40%
Barriera su Cedole:
35%
Barriera su Cedole:
30%
Barriera su Cedole 25%:
25%
Barriera su Cedole:
20%
Barriera su Cedole:
15%
Ritiro Anticipato:
100%
Barriera sul capitale:
50%
Emittente:
Vontobel Financial Products GmbH
Maggiori Informazioni

Isin: CH0594784537
Possibile Rendimento annuo del 9% con il certificate Reverse su Tesla e General Motors
Isin CH0584953050 - Certificate su Deutsche Bank, Unicredit e Bnp Paribas
Sottostanti:
Tesla, IncGeneral Motors Company
Rendimento annuo:
9%
Cedole:
2,25% - €22,50
ISIN:
CH0594784537
Memoria:
si
Emissione:
10 marzo 2021
Scadenza:
6 marzo 2023
Barriera su Cedole:
140%
Barriera sul capitale:
140%
Ritiro Anticipato:
100%
Emittente:
Leonteq Securities (Europe) GmbH
Maggiori Informazioni


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: 1810
Isin: KYG9830T1067
Rimani aggiornato su: Xiaomi Corp

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy