Arriva la stagione autunno-inverno dei dividendi


Regina delle cedole per i prossimi mesi Mediolanum, seguita da Intesa San Paolo e Unipol. Incassato ieri l’acconto di 0,43 euro staccato da Eni.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Tutti i dividendi di Piazza Affari, da qui a fine anno

In arrivo la stagione autunno-inverno dei dividendi. Ad aprire la sfilata è stata Eni, i cui azionisti, ieri, hanno incassato 0,43 euro di acconto 2021. Utilizziamo il caso Eni per capire meglio come funzionano le tempistiche. Lo stacco è avvenuto il 20 settembre e l’incasso, come si dice in gergo, è avvenuto a t+2, ovvero due giorni lavorativi (di Borsa aperta) dopo.

E’ importante aver ben presente questa distinzione perché potrei vendere in Borsa il titolo Eni il 20 settembre e incassare l’acconto del dividendo. Se la stessa operazione l’avessi fatta il giorno prima, il 19, non avrò l'accredito in banca. Il dividendo lo incasserà chi avrà detenuto il titolo il 20 settembre.

Un tecnicismo che vediamo spesso in Borsa, con il titolo, che quando stacca il dividendo, perde il valore di quanto staccato rendendo l’operazione neutrale (nessun pasto è gratis).

Di seguito pubblichiamo l’elenco delle prossime scadenze con il rendimento calcolato sulle quotazioni di ieri e, ricordando che molte società dopo il congelamento ai dividendi “suggerito” in alcuni casi, in altri imposto, dalla Bce, in periodo precovid, sono tornati a distribuire anche le cedole degli scorsi anni.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy