Balzo OVS dopo la semestrale migliore di sempre


La semestrale diffusa ieri ha visto la società di abbigliamento superare i livelli pre-pandemia e si attende un ulteriore miglioramento per il resto dell’anno in corso.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Rally OVS

Apertura di seduta tra gli acquisti per OVS, il giorno dopo l’approvazione dei risultati del primo semestre da parte del consiglio di amministrazione, arrivata ieri a mercati chiusi.

Le azioni della società di abbigliamento componente dell’indice Ftse Italia Small Cap arrivano a guadagnare oltre l’8% dopo pochi minuti di scambi, toccando un massimo di 1,68 euro, ai livelli del giugno scorso.

Resta negativo il bilancio del 2022 per il titolo, in perdita del 35% dal gennaio scorso, quando aveva iniziato l’anno a 2,56 euro per azione.

La semestrale

I primi sei mesi dell’anno hanno visto le vendite nette di OVS superare i livelli pre-pandemia, vista la crescita del 17,8% rispetto allo stesso periodo del 2021 e dell’8,5% del 2019, arrivando così a 705,8 milioni di euro.

Buona la performance nel secondo trimestre, con vendite pari a 405,9 milioni e una crescita del 9,8% e del 21,9% se paragonate rispettivamente con lo stesso periodo del 2021 e del 2019 (pre-pandemia).

In aumento anche l’Ebitda rettificato, arrivato a 82,3 milioni dai 22,2 milioni del 2021 e dai 19,8 milioni del 2019, mentre l’Ebitda margin si attesta all’11,7% (dal 10% del 2021 e dal 9,6% del 2019).

Altri numeri

Risultato netto rettificato: €31,9 milioni dai €13,0 milioni del 2021 e €16,8 milioni del 2019;

Posizione finanziaria netta rettificata: €228,7 milioni, da €318,2 milioni del 2021 e €413,6 milioni del 2019;

Dividendi distribuiti e acquisto azioni proprie: totale 23,2 milioni;

Fashion transparency index 2022: OVS è al primo posto al mondo nella classifica (secondo anno consecutivo) tra le società più attente alla trasparenza nel settore abbigliamento.

Ottimo semestre

Nel commentare i risultati, l’ad di OVS, Stefano Beraldo, ha definito la performance del primo semestre “ottima”, “grazie a una crescita delle vendite e della marginalità che porta il periodo ai valori più alti mai registrati finora”.

“Tale crescita ha riguardato tutti i nostri marchi ed è avvenuta grazie a maggiori vendite a parità, +11% rispetto al 2021 e +4% rispetto al 2019, nonché allo sviluppo del network, con l’apertura di diversi negozi sia diretti che in franchising, specialmente a marchio Upim”, aggiungeva il manager.

Mentre nel mondo aumentano i costi a causa degli alti livelli di inflazione, OVS è riuscito a compensare le maggiori spese di negozio e per il trasporto grazie all’incremento “delle vendite e di conseguenza, del gross margin”, consentendo “una robusta crescita dell’Ebitda”, con “i flussi di cassa, che rispecchiano la stagionalità tipica del nostro business, migliorativi rispetto al periodo pre-Covid”, sottolineava ancora Beraldo.

Previsioni

Per quanto riguarda il futuro, se il secondo semestre resterà caratterizzato dal “perdurare dei fattori esogeni che influiranno negativamente sulla propensione ai consumi”, Beraldo prevede che il posizionamento di OVS consentirà alla società di “beneficiare della preferenza di nuove fasce di clientela alla ricerca di prezzi più contenuti, con positivi effetti sulle nostre vendite”, così come “avvenuto nel semestre appena concluso”.

L’arrivo dell’autunno sta “avvalorando questo scenario” e anche alla luce delle “performance fino ad oggi registrate, prevediamo risultati full-year in significativo miglioramento rispetto al precedente esercizio”, prevedendo di “proseguire nel programma di acquisto di azioni proprie per un ulteriore ammontare di 20 milioni di euro”, concludeva l’ad.

Sorpresa outlook

Proprio l’outlook sull’anno rivisto al rialzo rappresenta “la sorpresa principale” arrivata con la semestrale, secondo gli analisti di Equita Sim, i quali confermano il rating ‘buy’ su OVS, con prezzo obiettivo a 2,7 euro.

Inoltre, proseguono dalla sim, i conti trimestrali sono stati “sopra le nostre stime, già alte, con vendite ed Ebitda nel secondo trimestre vicini ai livelli del secondo trimestre 2021 (che aveva beneficiato delle riaperture) e con un primo semestre 2022 (più omogeneo) ben sopra il primo semestre 2019”.

Risultati positivi

Sulla stessa linea gli esperti di WebSim (‘neutral’ con target price a 2 euro), colpiti dalle “indicazioni incoraggianti sulla seconda parte dell’anno” fornite dal management, “attendendosi che i risultati dell'anno migliorino in modo significativo rispetto allo scorso anno”.

A sostegno dell’outlook, proseguono dalla sim, “il management ha indicato di essere coperta con contratti forward sia sul cambio euro/dollaro sia sulle principali voci di costo impattate dall’inflazione: energia e trasporto marittimo”.

Dunque, anche per WebSim i risultati di OVS sono “positivi” e “indicano un livello di domanda sottostante ancora molto buono, come sembra confermare il buon inizio della stagione autunnale. Ottima la tenuta della profittabilità grazie a maggiori vendite a prezzo pieno”.

Maggiori dettagli sulla performance del business “e sull’eventuale acquisizione di COIN (in corso la due diligence)”, sono attesi nella conference call di oggi pomeriggio.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: OVS
Isin: IT0005043507
Rimani aggiornato su: Ovs

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni