Dividendo Eni 2024: Acconto, saldo e date stacco


L’assemblea degli azionisti di Eni ha dato il via libera al dividendo per l’esercizio 2024, portandolo a 1 euro per azione. La cedola sarà suddivisa in quattro tranche trimestrali di 25 centesimi ciascuna e verrà staccata il 23 settembre, il 18 novembre 2024 e successivamente a marzo e maggio 2025.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Dividendo Eni 2024

Il dividendo Eni è suddiviso in 4 rate trimestrali, pagate a marzo, maggio, settembre e novembre. Per il 2024, Eni ha annunciato un dividendo annuo di 1 euro per azione, in aumento del 6% rispetto al 2023. Per chi si starà chiedendo quando sarà il prossimo dividendo Eni, lo stacco della prima tranche sarà il 23 settembre 2024 e record date il 24 settembre 2024, con messa in pagamento dal 25 settembre 2024. La seconda tranche staccherà in data 18 novembre 2024, con record date il 19 novembre 2024 e pagamento dal 20 novembre 2024.

Quando stacca il dividendo Eni? La prima tranche del dividendo Eni verrà staccata lunedì 23 settembre 2024, la seconda tranche il 18 novembre 2024.

Il diritto a percepire il dividendo si concretizza solamente se gli azionisti mantengono le azioni Eni in portafoglio fino al 23 settembre, giorno dello stacco del dividendo. La data di stacco, o ex-date, rappresenta il momento in cui Eni riconosce ufficialmente il diritto al dividendo. Pertanto, per essere idonei a ricevere il dividendo, occorre aver acquistato le azioni Eni entro venerdì 20 settembre, ovvero il giorno prima della data di stacco. Acquistare le azioni il giorno stesso dello stacco non garantisce il diritto al dividendo.

Quando paga il dividendo Eni? Il dividendo Eni verrà messo in pagamento da mercoledì 25 settembre 2024. La data di pagamento segna il momento in cui gli investitori ricevono i proventi.

Nuovo programma di buyback e dividendo aumentato

Per la distribuzione del dividendo 2024 Eni conferma il proprio impegno a favorire una crescita progressiva del valore per i propri azionisti, strettamente legata alla performance aziendale. La società ha recentemente incrementato il payout previsto, portandolo a una distribuzione compresa tra il 30-35% del flusso di cassa da attività operativa annuale atteso, rispetto al precedente 25-30%. Questo incremento avviene attraverso una combinazione di dividendi e buyback.

Oltre al dividendo per l'esercizio 2024 innalzato a 1 euro per azione, a maggio Eni ha lanciato un programma di riacquisto di azioni proprie del valore di 1,6 miliardi di euro, con l’impegno di rivederlo trimestralmente per adeguare la distribuzione alla performance finanziaria. Il buyback è uno strumento flessibile e maggiormente esposto a eventuali miglioramenti del mercato. In presenza di un contesto di mercato migliore delle previsioni, Eni prevede di destinare alla remunerazione degli azionisti non più il 35% ma fino al 60% dei flussi di cassa incrementali.

Storia del dividendo Eni

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Premi incondizionati del 10,04% annui con il certificate su ENI, Stellantis e UniCredit
Sottostanti:
UniCredit S.p.AEni S.p.AStellantis NV
Rendimento p.a.
10,04%
Cedole
2,51% - €25,10
Memoria
no
ISIN
DE000VM79ED6
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy