Dulcis in fundo, un Sigma Event: il punto non è la speculazione ma "l'arte della comunicazione "


La scorsa settimana abbiamo assistito a un movimento incredibile dei tassi americani a 1 e 3 anni in 3 giorni. Possiamo definirlo un Evento Sigma, ovvero un evento che si verifica 5 volte in 10mila anni su una determinata classe di investimenti.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


In finanza un Evento Sigma è un avvenimento estremamente raro che tendenzialmente si verifica 5 volte in 10mila anni su una determinata classe di investimenti. Il crash del lunedì nero del 1987 fu un 21 Sigma Event sulla classe di investimento azionaria, con un calo del 22% nel solo giorno del 19 ottobre (anche se poi l'anno si chiuse positivamente per il mercato azionario).

La scorsa settimana abbiamo visto un 12 sigma event: il movimento incredibile dei tassi americani a 1 e 3 anni in 3 giorni. Questo Sigma Event è stato molto meno notato, e soprattutto quasi non menzionato a livello mediatico, avendo coinvolto una classe di investimento molto particolare e seguita normalmente da investitori molto specializzati.

Storicamente non tutti gli Eventi Sigma sono stati seguiti da "cigni neri", ossia eventi inaspettati con impatti estremamente negativi. In questo caso però ci sembra di poter dire che quest'ultimo Sigma Event è stato seguito da un evento inaspettato e che ha portato impatti estremi: parliamo di Credit Suisse, la seconda banca svizzera, il Paese ritenuto più stabile e sicuro al mondo.

Quando accadono eventi così estremi sui mercati finanziari alcuni attribuiscono almeno parte della responsabilità alla speculazione: anche in quest'ultimo caso alcuni hanno suggerito un intervento delle autorità per bloccare le vendite allo scoperto ("shorts"), quantomeno sul settore finanziario. Riteniamo che una misura simile non solo non sarebbe utile, ma ulteriormente dannosa. Innanzitutto gli hedge funds che possono effettuare operazioni di vendita allo scoperto e beneficiare della discesa dei prezzi azionari hanno la facoltà di utilizzare strumenti finanziari che "aggirano" in modo completamente legale questi divieti e quindi, di fatto, poco cambia.

Senza contare poi l'effetto comunicativo che ne deriverebbe: ogni qualvolta è stato utilizzato questo genere di divieto il messaggio che arriva ai gestori di hedge funds è che era giusto cercare azioni da "shortare" (vendere allo scoperto) perché vi erano grossi problemi nel sistema. La soluzione non è porre un divieto, ma eliminare le motivazioni che possono portare alle vendite e alle vendite allo scoperto sui mercati.

Crediamo nella necessità di un forte e chiaro messaggio espresso in modo comune da tutte le autorità finanziarie. Ricordiamo che l’obiettivo delle banche centrali è raggiungere una stabilità dei prezzi e una stabilità finanziaria. Le autorità competenti sono ora chiamate a formulare un messaggio che rassicuri i mercati finanziari sul fatto che verranno intraprese le adeguate azioni per assicurare una totale stabilità del sistema finanziario "in modo preventivo", affermando l’assenza ad oggi di problemi sistemici, ma la necessità di adottare un approccio di assoluta cautela e di totale prevenzione: ad esempio "per ora rallentiamo l'attuale ciclo di rialzo dei tassi di interesse".

Questo messaggio dovrebbe essere veicolato tramite le più sofisticate arti della comunicazione e possibilmente arrivare da soggetti che godono della massima credibilità (insomma, un Mario Draghi sarebbe stato d’aiuto..): non deve passare una forma di messaggio che dica "prendiamo in questo momento misure abbastanza drastiche data la gravità della situazione”.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 15,60% annuo con il certificate su Microsoft, Nvidia e UiPath
Sottostanti:
NVIDIA CorporationMicrosoft CorporationUipath Inc
Rendimento p.a.
15,6%
Cedole
1,3% - €1,30
Memoria
no
Barriera Cedole
50%
ISIN
XS2677112240
Emittente
BNP Paribas
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy