Generali conferma la guidance 2022 dopo risultati migliori delle attese


La compagnia assicurativa ha realizzato un utile superiore alle previsioni nonostante un contesto macro in evoluzione e ha confermato gli obiettivi di piano 2021-2024.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


I nove mesi di Generali

Generali resiste al “difficile contesto macroeconomico” e nei primi nove mesi dell’anno supera le previsioni, confermando il proprio impegno a raggiungere i suoi obiettivi di piano al 2024.

L’utile del periodo non è andato oltre i 2,23 miliardi di euro, in calo dello 0,8% rispetto a un anno prima a causa di impairment sugli investimenti in Russia, tra cui la quota di 141 milioni relativa alla compagnia Ingosstrask.

Nonostante il calo, l’utile risulta superiore al consensus fornito dalla stessa società di 2,05 miliardi e risulterebbe in crescita del 5,5% senza l’impatto dalla Russia.

In crescita del 7,8% l’utile operativo, arrivato a 4,77 miliardi rispetto ai 4,52 miliardi attesi, sostenuto dai buoni risultati dei segmenti Danni e Vita, quest’ultimo aiutato dall’aumento dei tassi di interesse.

Ancora solida la posizione di capitale, visto il 223% del Solvency Ratio di fine settembre e inferiore di 4,5 punti rispetto allo stesso periodo del 2021 (causa M%A e buyback da 500 milioni), salito al 2225% nel mese di ottobre.

In crescita complessiva dell’1,3% i premi, arrivando a 59,8 miliardi, con il ramo Danni salito del 10,3% grazie al ramo non-Auto.

La strategia

I risultati diffusi questa mattina da Generali “riflettono la solidità del gruppo basata sulla strategia focalizzata sulle linee di business più profittevoli e su fonti di utili diversificate”, dichiarava nella nota il CFO Cristiano Borean.

“Questo ci permette di continuare a generare valore nonostante il contesto macroeconomico”, aggiungeva il manager, spiegando come Generali stia “conseguendo con successo una crescita sostenibile e stia aumentando costantemente il proprio risultato operativo, in coerenza con l’efficace implementazione del nostro piano strategico ‘Lifetime Partner24: Driving Growth”

Nel corso di un incontro con gli analisti, Borean non ha voluto commentare le recenti voci sull’acquisizione dell’asset manager USA Guggenheim e la conseguente possibile vendita di Banca Generali a Mediobanca, spiegando di essere “azionisti felici” della banca.

Sul tema acquisizioni, infine, Borean ha ricordato che il piano 2024 prevede fino a 3 miliardi di euro a disposizione per eventuali operazioni e che il gruppo genera cassa disponibile per M&A per 1 miliardo ogni anno.

Outlook 2022

Se i risultati di Generali si inseriscono in “uno scenario macroeconomico in evoluzione”, spiega la compagnia del Leone, “Generali conferma il proprio impegno a perseguire una crescita sostenibile, migliorare il profilo degli utili e guidare l’innovazione”.

Pertanto, nel periodo 2021-2024 si conferma l’obiettivo di realizzare un tasso annuo composto di crescita dell’utile per azione tra il 6% e l’8%, generare flussi di cassa netti disponibili a livello della Capogruppo superiori a 8,5 miliardi di euro e distribuire agli azionisti dividendi cumulati per un ammontare compreso tra 5,2 e 5,6 miliardi di euro, con ratchet policy sul dividendo per azione.

La view degli analisti

Gli esperti di WebSim sottolineano un risultato operativo “del 5% meglio delle attese grazie a Vita e AM”, mentre l’utile operativo di 4.770 milioni è superiore alle loro previsioni (4.561 milioni) e al consenso (4.523 milioni), al pari dell’utile netto (2.233 milioni) se paragonato alle previsioni (2.032 milioni).

Anche il Solvency del 223% è risultato oltre le attese della sim (22%) e del consensus (224%), mentre sottolineano “indicazioni positive dai risultati che hanno evidenziato una notevole tenuta degli andamenti operativi nel Vita seppure con un calo dei flussi netti e del AM malgrado il contesto di mercato”.

Inoltre, “il management ha pienamente confermato le guidance di piano compresa la distribuzione di dividendi indicata a 5,2/5,6 miliardi cumulati per il periodo 2022/2024”.

Pertanto, da WebSim confermano la raccomandazione ‘neutrale’ sul titolo Generali, con target price di 18,60 euro rispetto ai 16,66 euro (+2%) di questa mattina post risultati.


Idea di investimento
Maxicedola del 12% e possibili cedole trimestrali dell'1% (4% annuo) su Assicurazioni Generali, Enel e Stellantis
Sottostanti:
Enel SpAStellantis N.V.Assicurazioni Generali S.p.A
Maxicedola
12%
Importo Maxicedola
€120,00
Rendimento p.a.
4%
Cedole
1% - €10,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
IT0006751835
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: G.MI
Isin: IT0000062072
Rimani aggiornato su: Assicurazioni Generali

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni