La ricetta di Druckmiller dentro un certificate: cedole al 10,1% per dribblare i venti di guerra


Rendimento del 10,1% l’anno per il cash collect con Isin DE000VX7FRJ4 , due su tre sottostanti sono volati tra il 30% Tenaris e il 49% Leonardo, rimane Eni (-1,2%) sul livello iniziale. Quota a 1020 euro, osservato speciale in caso di storno sotto i 1.000 euro. Prossima data di valutazione il 30 maggio, autocall dal 29 agosto. Tenaris e Leonardo quotano oltre il 50% dalla barriera, Eni al 34%. Cedole con memoria e scadenza fra meno di due anni.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Osservato speciale

Dopo aver analizzato quattro shark fin con capitale protetto, passiamo a un certificato con rischio più elevato ma costruito per rispondere alla difficile situazione geopolitica attuale. E’ un cash collect express di “guerra" lo chiamiamo così perché risponde alla ricetta di Stanley Druckenmiller, gestore americano degli anni '70, in piena guerra fredda e crisi energetica, costruì la propria leggenda di guru degli investimenti grazie a un portafoglio che sbaragliò i rivali.

La sua ricetta prevede quattro dosi di azioni del comparto energia, una di titoli della difesa e per guarnire una spruzzata di oro e una di bond a tasso variabile.

Il certificate che mettiamo sotto osservazione non è stato guarnito con oro e bond indicizzati, e questo è stato un bene visto i loro andamenti, ma il cash collect con sottostanti Eni, Leonardo e Tenaris, studiato da Vontobel e con Isin DE000VX7FRJ4 risponde bene agli shock di questo periodo sui mercati.

I forti rialzi di due su tre sottostanti con la sola Eni appena sotto il livello iniziale lo rendono un certificate molto meno rischioso rispetto al lancio iniziale a 1.000 euro ma con la possibilità di fare il pieno di cedole se Eni dovesse stornare un po’, permettendo di incassare tutti i premi e dribblare l’autocall.

Di fatto abbiamo un certificato con due sottostanti che hanno messo a segno performance formidabili (+31% Tenaris e +49% Leonardo) e ora sono oltre il 50% distanti dalla barriera. Il rendimento è molto interessante pari al 10,1% annuo con Eni al 34% dalla barriera e appena sotto il livello inizlale.

Prossima data di valutazione il 30 maggio e autocall dal 29 agosto. Lo mettiamo tra gli osservati speciali in caso il prezzo dovesse riportarsi sulla parità grazie a uno storno di Eni. A mille euro infatti il certificate potrebbe dare un rendimento del 5,05% prima di essere ritirato ad agosto, oppure riuscire a continuare a far incassare buoni premi se Eni non dovesse salire oltre e rispettare la barriera a scadenza.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Isin: DE000VX7FRJ4
Possibile rendimento Annuo del 10,11% con il certificate su Eni, Leonardo e Tenaris
Sottostanti:
Tenaris S.ALeonardo S.p.aEni S.p.A
Rendimento annuo:
10,11%
Cedole:
2,528% - €25,28
Barriera Capitale:
65%
Barriera Cedole:
58%
Maggiori Informazioni