Prysmian, acquisizione Encore a “solidi” termini finanziari secondo analisti


Il titolo della società tocca i suoi massimi storici dopo l’annuncio dell’operazione di acquisto dell’azienda statunitense, giudicata positiva soprattutto da un punto di vista industriale da alcuni analisti.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Prysmian ai massimi storici

Luci accese a Piazza Affari su Prysmian dopo l’annuncio dell’acquisizione della statunitense Encore Wire, società produttrice di fili e cavi elettrici per la distribuzione di energia, ben accolta da mercato e analisti.

Le azioni della società italiana guadagnano oltre il 3% nella prima ora di contrattazioni, salendo ad un massimo di 50,92 euro, livello mai toccato nella loro storia.

Il titolo arriva da un guadagno pari al 20% nel corso di questo 2024, mentre nei precedenti 12 mesi ha realizzato un importante +32%.

L’operazione

L’acquisizione avverrà per un valore di circa 3,9 miliardi di euro, corrispondente a 290 dollari in contanti per ogni azione Encore, offrendo un premio dell’11% rispetto alla chiusura del titolo di venerdì e rappresenta un multiplo di 8,2x EV/2023A EBITDA e 6,3x EV/2023A EBITDA includendo la stima delle sinergie a regime.

Con questa acquisizione, Prysmian punta a potenziare la sua presenza in Nord America, migliorando il suo portafoglio e il mix geografico, secondo quanto dichiarato dal Chief Operating Officer e CEO designato, Massimo Battaini, atteso alla nomina ufficiale nel corso dell’assemblea degli azionisti del prossimo 18 aprile.

L'operazione, che arriva inaspettatamente, segna un cambiamento di strategia per Prysmian, che in passato aveva espresso un focus sulla crescita organica e acquisizioni 'bolt-on’, ma l’opportunità di espandersi attraverso l'acquisizione di Encore Wire è stata considerata “vantaggiosa” per il futuro dell'azienda.

Questa fusione consentirà a Prysmian di ampliare la sua offerta di prodotti nel settore dei fili e cavi elettrici, sfruttando le competenze e le risorse di entrambe le società.

Encore Wire, con un ricavo di circa 2,6 miliardi di dollari l'anno scorso e un utile core (EBITDA) di 517 milioni di

La transazione sarà finanziata da Prysmian attraverso un mix di 1,1 miliardi di euro in contanti e nuove linee di debito impegnate per 3,4 miliardi di euro.

Entrambi i consigli di amministrazione hanno approvato l'operazione, che è prevista si concluda nella seconda metà del 2024, soggetta alle approvazioni regolamentari e degli azionisti.

La view degli analisti

Dopo la notizia dell’acquisizione, gli analisti di Intesa Sanpaolo hanno confermato la raccomandazione ‘buy’ su Prysmian, con un prezzo obiettivo di 54 euro, alla luce dei “solidi termini finanziari” dell’operazione e la “solida ratio strategica e industriale”.

Secondo Banca Akros, “la notizia dell'acquisizione è positiva e non scontata”, in quanto, “assumendo un costo del funding intorno al 4,5-5%, la transazione costerà intorno a 175-195 milioni l'anno in termini di oneri finanziari e si confronta con un utile della società target di circa 246 milioni. Questo implica un incremento dell'Eps fra il 15-13% (pre sinergie) e del 29-27% incluse le sinergie”.

“L’operazione è positiva da un punto di vista industriale in quanto rafforza l’esposizione di Prysmian al mercato nordamericano (il peso di Prysmian in Nord America passa dal 40% dell’EBITDA al 55% circa)” e “il multiplo pagato per l’asset è ragionevole considerando le elevate sinergie”, spiegano da Equita Sim.

Inoltre, proseguono dalla sim, “da una prima simulazione, incorporando il 60% delle sinergie comunicate al 2026, stimiamo che il P/E adjusted 2026 di Prysmian scenderebbe da 15 a circa 12 volte, ma con un aumento della leva finanziaria. Il debito netto/Ebitda adjusted della combined entity raggiunge circa 1-1,5 volte da una situazione di leggera cassa netta nelle nostre stime”, concludono da Equita che su Prysmian mantengono una raccomandazione ‘hold’, con un prezzo obiettivo a 48 euro.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 15,60% annuo con il certificate su Microsoft, Nvidia e UiPath
Sottostanti:
Uipath IncMicrosoft CorporationNVIDIA Corporation
Rendimento p.a.
15,6%
Cedole
1,3% - €1,30
Memoria
no
Barriera Cedole
50%
ISIN
XS2677112240
Emittente
BNP Paribas
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: PRY
Isin: IT0004176001
Rimani aggiornato su: Prysmian

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni