Roche: dopo un andamento deludente, vediamo un attraente profilo di rischio/rendimento


Nonostante il fallimento dei test sul farmaco per l'Alzheimer e la trimestrale deludente, i fondamentali di Roche non cambiano e manteniamo la nostra tesi di investimento di medio termine.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Il titolo del gruppo farmaceutico Roche ha avuto un andamento piuttosto deludente sulla Borsa di Zurigo, non mostrando le sue caratteristiche difensive come ha sempre fatto.

Le ragioni dietro questa debolezza possono ricondursi ad alcune notizie negative, tra cui il fallimento, reso noto a metà novembre, dei test clinici di livello avanzato sul farmaco Gantenerumab candidato per la cura dell'Alzheimer. Si erano formate aspettative positive sulle potenzialità di questo rivoluzionario farmaco, sviluppato insieme alla società di biotecnologia Biogen: le vendite potenziali sarebbero state molto elevate ed eravamo tra i tanti ad aver creduto in una riuscita positiva.

I risultati del terzo trimestre sono stati decisamente deludenti e sotto consensus, con una contrazione dei ricavi su base annua del 7% a Chf 14,74 rispetto alle attese di Chf 15,5 miliardi. La riduzione è tutta da imputare ad uno brusco calo di farmaci e test per la cura del Covid, in quanto, come evidenziato dallo stesso management, escludendo il business legato al Covid, le vendite sarebbero in aumento del 2% su base annua.

L'effetto Covid si trascina anche nel 2023 con attese di ricavi e utili per azione in calo tra il 5 e 6% su base annua. Escludendo l'impatto del business legato al Covid (Chf 5 miliardi), la guidance vedrebbe una solida crescita sia a livello di fatturato che di ricavi.

Riteniamo che attorno all’azione Roche si sia creata una percezione di notizie negative che riteniamo eccessiva: quanto riportato non cambia i fondamentali e la tesi di investimento di medio termine.

Roche fra le società più innovative nel settore secondo Société Générale

Concordiamo appieno con la nota pubblicata a fine febbraio dall'analista di Société Générale Justin Smith, collega a Londra presso MF Global, che ha aumentato la sua raccomandazione da "neutrale" a "comprare" con un prezzo obiettivo di Chf 375.

Secondo Smith, Roche tratta ora a sconto rispetto alla media di settore e la crescita vedrà un'importante accelerazione nel 2024/2026 grazie in primis ai nuovi farmaci che entreranno in commercio. Smith stima utili per azione per il 2024/2026 sopra consensus e prevede un Free Cash Flow yield a doppia cifra per il 2027.

Anche Smith ritiene che Roche sia fra le società più innovative nel settore con un ottimo "track record" in termini di Ricerca&Sviluppo.

Valutazione e prezzo obiettivo

Accesso come utente registrato

La lettura di questo paragrafo è consentita solo agli utenti registrati

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Inserisci il tuo indirizzo email e controlla la tua casella di posta!
Riceverai un'email con un codice di accesso.


Idea di investimento
Possibile premio del 19,2% annuo con il certificate su Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
UniCredit S.p.AIntesa Sanpaolo
Rendimento p.a.
19,2%
Cedole
9,6% - €96,00
Memoria
si
Barriera Cedole
100%
ISIN
DE000VM5JH94
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni


Analisi fondamentale

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: RO.SW
Isin: CH0012032113
Rimani aggiornato su: Roche

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni