Sorpresa Netflix: iscritti oltre le attese e balzo a Wall Street


L’ultimo trimestre 2022 della società di streaming si è chiuso con un aumento superiore alle previsioni degli abbonamenti grazie alla nuova formula, arrivati a 7,7 milioni, quasi il doppio rispetto alle attese.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Netflix torna a salire

Netflix in crescita a Wall Street dopo la trimestrale diffusa ieri a mercato chiuso.

La società di streaming aveva chiuso le contrattazioni after-hours in rialzo dell’8%, per poi proseguire sullo stesso trend ad inizio pre-market USA (+6%), grazie ai numeri comunicati, caratterizzati da un numero di nuovi abbonati molto più alto del consensus, anche se gli utili risultavano inferiori alle attese.

Il balzo del titolo arriva dopo un bilancio pesantissimo per il 2022, terminato con un crollo del 48%, il peggiore annuale dal 2011.

Il consenso Bloomberg aggiornato attualmente registra sul titolo 25 ‘buy’, 23 ‘neutral’ e 4 ‘sell’, con target price medio a 332 dollari, rispetto ai 521 dollari medi di un anno fa.

La trimestrale

Il colosso statunitense dello streaming ha registrato un aumento dei ricavi su base annuale del 2% (10% su base neutra di cambio), arrivando così a 7,852 miliardi di dollari.

A sostenere l’aumento sono stati i nuovi abbonati (7,7 milioni) sottoscritti nell’ultimo trimestre 2022 con la versione economica con pubblicità, seppur inferiori agli 8,3 milioni dello stesso periodo dell’anno, ma ben oltre le previsioni della stessa società (4,5 milioni), grazie alle importanti acquisizioni e alla fidelizzazione arrivata con il successo dei contenuti usciti nei tre mesi terminati a dicembre.

Numeri negativi, invece, per quanto riguarda l’utile operativo, sceso a 550 milioni di dollari dai 632 milioni dello stesso trimestre del 2021, ma comunque superiore alle attese indicate dalla società (330 milioni di dollari) grazie ad entrate maggiori e assunzioni più lente del previsto.

Inferiori alle previsioni l’utile per azione, fermo a 0,12 dollari e inferiore sia a quello del quarto trimestre 2021 (1,33 dollari) che alle previsioni (0,36), indebolito dalla perdita di 462 milioni dovuta alla ri-misurazione F/X sul debito denominato in euro a seguito del deprezzamento del dollaro arrivato nel trimestre.

I dati Refinitiv si attendevano un eps di 0,45 dollari su ricavi di 7,85 miliardi di dollari, mentre il consensus di StreetAccount era di 4,57 milioni.

Un anno duro e dimissioni

“Il 2022 è stato un anno duro, con un inizio accidentato ma un finale brillante”, ha commentato Netflix nella sua lettera agli investitori”, aggiungendo che “l’anno si è concluso con 230,8 milioni di abbonati nel mondo”.

“Crediamo di avere un percorso chiaro per riaccelerare la crescita dei ricavi: continuare a migliorare tutti gli aspetti di Netflix, lanciare la condivisione a pagamento e costruire la nostra offerta di annunci. Come sempre, le nostre stelle polari rimangono la soddisfazione dei nostri membri e la costruzione di una redditività ancora maggiore nel tempo".

Allo stesso tempo, l’amministratore delegato di Netflix, Reed Hastings, ha annunciato le sue dimissioni dall’incarico e verrà sostituito dal Chief Operating Officer, Greg Peters, mentre resta al suo posto l’altro ad, Ted Sarandos.

Previsioni

Per il primo trimestre 2023 la società di streaming si attende una crescita del 4% dei ricavi (8% su base neutrale F/X) a 8,17 miliardi di dollari e un eps di 2,82 (consensus a 8,16 miliardi e 2,96 dollari), trainata da una “combinazione di crescita annuale degli abbonamenti medi a pagamento”.

Aumento per i prossimi tre mesi “coerenti” con la normale stagionalità e in linea con la crescita degli iscritti dell’ultimo trimestre del 2022, sottolineano da Netflix, che probabilmente “ha anticipato parte della crescita del primo periodo 2023”.

Allo stesso tempo, prevede il management, il lancio della nuova linea di prodotti sarà accompagnato da un’ulteriore crescita degli iscritti.

Per l’intero 2023 si prevede un continuo miglioramento del servizio, una crescita dell’attività pubblicitaria e il lancio della condivisione a pagamento, con una conseguente crescita dei ricavi (a valuta costante), attesa in accelerazione nel corso dell’anno.

Nel lungo termine, infine, la società punta ad una crescita dei ricavi a due cifre, l’espansione del margine operativo e un flusso di cassa positivo in crescita.

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: NFLX.US
Isin: US64110L1061
Rimani aggiornato su: Netflix

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni