Telenor, il telecom norvegese che guarda anche all’Asia

telenor

Dinamiche competitive favorevoli, una rete 5G ben sviluppata e reti di fibra ottica ultraveloce permettono alla tlc norvegese Telenor di crescere bene nei Paesi nordici. La società è bene esposta anche ai mercati asiatici da cui deriva quasi il 50% dei ricavi.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


I prezzi del petrolio e del gas così alti sono fonte di ulteriore ricchezza per un piccolo paese come la Norvegia popolata da circa 5,5 milioni di abitanti e con uno dei PIL pro capite fra i più alti al mondo, con un’economia vista in crescita del 4% quest'anno, come il precedente.

La tlc norvegese Telenor è molto esposta anche ai mercati asiatici da cui deriva quasi il 50% dei ricavi, mentre il restante proviene dai paesi nordici.

I clienti totali sono circa 180 milioni così suddivisi: 1,6 in Danimarca, 2,7 in Norvegia, 2,8 in Svezia, 2,7 in Finlandia, 10 in Malesia, 20 in Thailandia, 49 in Pakistan, 83 in Bangladesh.

La società era esposta in modo importante anche in Russia e Ucraina, Paesi da cui è uscita nel 2016 a causa di divergenze con i soci, influenzate anche dalla politica.

L’anno successivo Telenor ha fatto marcia indietro anche dal mercato indiano, dopo aver notato dinamiche competitive fuori controllo e caratterizzate da forti pressioni sui prezzi, arrivati poi a livelli bassissimi: la società inoltre ha riconosciuto di non avere le necessarie economie di scala per essere competitiva in un mercato come quello indiano.

Dinamiche competitive favorevoli, 5G e reti di fibra ottica

Nei paesi nordici la società continua a fare bene grazie a dinamiche competitive piuttosto favorevoli, soprattutto se paragonate ad altri mercati europei: ad esempio, il mercato italiano per noi rimane quello di gran lunga più competitivo.

Inoltre il consumo di dati sulla parte mobile continua la sua buona crescita grazie anche ad una rete 5G già molto sviluppata. Sulla parte fissa oltre ai benefici derivanti da reti di fibra ottica ultraveloce installate da diverso tempo, in Norvegia Telenor sta facendo bene anche con la sua offerta TV.

Tutta questa parte di business genera elevati flussi di cassa che in parte vengono pagati in dividendi e in parte investiti nei paesi asiatici a maggiore crescita. Qui la società ha patito il periodo pandemico in particolare per i ridotti flussi turistici.

Sempre più green

Conosciamo la società da molto tempo e consideriamo il management uno dei migliori nel settore insieme a quello di Deutsche Telekom.

L’azione qui tratta a 14 volte gli utili attesi nel 2022, con dividend yield del 6,7% e circa 8% di free cash flow yield. Dividendo assolutamente sicuro e con spazi di incremento nel corso del tempo.

Importante notare che il picco degli investimenti dovrebbe essere passato: quest'anno ci si aspetta un livello in linea con l'anno scorso per poi assistere a una graduale riduzione a partire dal 2023.

Insieme a Cellnex, operatore telefonico alternativo spagnolo presente anche in Italia (ma che ancora non fa utili), Telenor è fra le due società del settore inserite da UBS nella lista delle aziende che stanno diventando sempre "più verdi".


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: TEL
Isin: NO0010063308
Rimani aggiornato su: Telenor

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni