Banco BPM, Fitch migliora i rating sul debito


L’agenzia ha migliorato il suo giudizio sulla banca guidata da Giuseppe Castagna alla luce di un forte profilo caratterizzato da una buona diversificazione delle attività del suo business.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Fiducia su Banco BPM

Migliora il giudizio di Fitch Ratings su Banco BPM alla fine del processo di revisione annuale realizzato dall’agenzia sulla banca guidata da Giuseppe Castagna.

In particolare, Fitch Ratings ha migliorato di un notch le valutazioni sul debito Senior Preferred e su quello Senior Non-Preferred della banca, confermando i rating Long e Short-term Issuer Default nella categoria Investment Grade, con Outlook stabile.

Gli esperti dell’agenzia riconoscono il “significativo” rafforzamento del profilo finanziario del gruppo, un “forte” profilo e la diversificazione delle attività del suo business, alla luce del completamento del piano di de-risking, del significativo miglioramento della redditività, un’adeguata capitalizzazione e un solido profilo di funding.

Nel dettaglio, queste le modifiche ai rating:

  • Long-Term Issuer Default Rating (IDR): ‘BBB-’/ ‘Stable’
  • Short-Term IDR: ‘F3’
  • Viability Rating (VR): ‘bbb-’
  • Long-term Deposit rating: ‘BBB’
  • Short-term Deposit rating: ‘F3’

L’analisi di Fitch

Il franchising di Banco BPM viene considerato da Fitch come “ben considerato nel Nord Italia” con una forte presenza nelle regioni ricche, una buona diversificazione del business per prodotto e un miglioramento continuo della redditività core e della qualità degli asset.

La performance della banca viene considerata “sostenibile”, alla luce della diversificazione riscontrata nei settori della gestione del patrimonio e delle assicurazioni, oltre a beneficiare della sua posizione forte nelle regioni più ricche e produttive dell'Italia.

Per il 2024, gli analisti si attendono che la banca continui a rafforzare la sua diversificazione del business, specialmente nelle attività guidate dalle commissioni, che dovrebbero consolidare la resilienza della sua redditività operativa attraverso i cicli economici.

I profili di rischio

Il profilo di rischio è valutato a livello medio per quello di mercato, con un’esposizione significativa al debito italiano a 1,2 volte il capitale Tier 1 (CET1) alla fine del 2023, previsto stabile nei prossimi tre anni. Tuttavia, spiegano dall’agenzia, la maggior parte dell'esposizione è contabilizzata a costi ammortizzati, riducendo la volatilità del capitale regolamentare.

Il rapporto dei crediti deteriorati è migliorato al 3,6% alla fine del 2023 (fine 2022: 4,5%), riducendo significativamente il suo gap con la media del settore domestico. La banca ha fissato il suo obiettivo di rapporto di crediti deteriorati al 3% entro la fine del 2026, in linea con la media attuale del settore domestico.

Fitch prevede che Banco BPM mantenga il suo rapporto di crediti deteriorati al di sotto del 4% nel 2024 e nel 2025, nonostante la crescita economica lenta in Italia, grazie alle cessioni e alle svalutazioni pianificate, al miglioramento delle operazioni di ristrutturazione e al buon controllo sui flussi di crediti deteriorati.

Redditività e capitalizzazione

Il reddito della banca risulta adeguatamente diversificato, con commissioni e provvigioni che contribuiscono circa al 42% del reddito operativo totale negli ultimi cinque anni, elemento che si confronta bene con quello delle banche più diversificate in Italia.

Nel 2023, la redditività operativa di BPM ha raggiunto il picco sopra il 3% degli RWAs, principalmente a causa dei tassi elevati e di una sana efficienza dei costi e Fitch si attende che la rimanga ben al di sopra del 2% per il 2024 e delle medie storiche nel medio termine nonostante le aspettative di Fitch di tagli dei tassi dal 2° semestre del 2024.

Per quanto riguarda la capitalizzazione, considerata “adeguata”, il rapporto CET1 era intorno al 14% alla fine del 2023, “che ci aspettiamo venga mantenuto nei prossimi due anni e si confronta bene con i pari dimensioni domestici e con i competitor del sud Europa”, scrivono gli analisti.

Infine, “solido” anche il profilo di finanziamento, con la struttura della banca “generalmente stabile” e che beneficia del suo franchising retail, con una posizione di liquidità “solida”, supportata da titoli ad alta qualità e rapporti regolamentari ben al di sopra dei minimi regolamentari, concludono da Fitch.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 13% annuo con il certificate su BPER, Banco BPM e FinecoBank
Sottostanti:
FinecoBank Banca Fineco S.p.ABPER Banca SpABanco BPM
Rendimento p.a.
13%
Cedole
3,25% - €32,50
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VM75125
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

Possibile premio del 14% annuo con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Intesa SanpaoloBanco BPMUniCredit S.p.A
Rendimento p.a.
14%
Cedole
3,5% - €35,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VM955F4
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: BAMI.MI
Isin: IT0005218380
Rimani aggiornato su: Banco Bpm

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni