Cos’è il FOMC e che cosa decide


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


FOMC, il Federal Open Market Committee

Quando l'economia americana cresce a ritmi costanti e l'inflazione rimane bassa, in pochi sono interessati al Federal Open Market Committee, o FOMC, il comitato all'interno della Fed incaricato di stabilire la politica monetaria. Tuttavia, quando la volatilità e l’inflazione tornano a cavalcare le prime pagine dei giornali, questo Comitato e le sue attività diventano molto più importanti: gli investitori e i mercati internazionali tornano a prestare maggiore attenzione alle decisioni del FOMC e ai suoi annunci alla fine di ogni riunione.

Il FOMC è una parte fondamentale della Fed statunitense. Tra gli strumenti a sua disposizione per condurre la politica monetaria USA, la Fed dispone di: operazioni di mercato aperto, tasso di sconto, obblighi di riserva. Mentre il Board of Governors è responsabile per i secondi due strumenti, la responsabilità per le operazioni di mercato aperto ricade sul FOMC.

Questo comitato può decidere di alzare, abbassare o lasciare invariata l'asticella del Fed fund, il tasso d'interesse a brevissimo termine (overnight) dei fondi federali, tasso a cui si scambiano le riserve in eccesso detenute dalle banche statunitensi presso la banca centrale. Attraverso il FOMC, la Federal Reserve interviene fissando un tasso-obiettivo per questo tipo di operazioni.

L’obiettivo del FOMC è mantenere un’economia stabile e sana con alti tassi di occupazione e tassi di credito ragionevoli. Se l’inflazione dilaga, il FOMC può decidere di limitare il credito disponibile, oppure di tagliare i tassi di interesse e rendere disponibile più credito per stimolare un’economia stagnante.

Com’è composto il comitato

I membri del comitato sono in totale dodici: tutti i sette membri del Board of Governors della Fed (il cui presidente, attualmente Jerome Powell, è anche presidente del FOMC), il presidente della Fed di New York (che ha un seggio permanente all’interno del comitato e che ricopre la figura di vice-presidente del FOMC) e, a rotazione, quattro tra gli undici presidenti delle altre Fed, suddivise in gruppi:

  • Boston, Philadelphia e Richmond
  • Cleveland e Chicago
  • Atlanta, St. Louis e Dallas
  • Minneapolis, Kansas City e San Francisco.

Ogni presidente delle Fed distrettuali resta in carica con diritto di voto per un anno prima di dimettersi per consentire a un altro presidente di prendere il suo posto, garantendo una rappresentanza uniforme di tutte le aree degli Stati Uniti. Il rappresentante di San Francisco, ad esempio, potrebbe intervenire circa lo stato di salute dell’industria tecnologica, mentre il rappresentante di Chicago potrà fornire un rapporto sul Chicago Mercantile Exchange.

Gli esponenti del FOMC si dividono in “falchi” a favore di politiche monetarie più severe e tassi di interesse più alti (che tendono a combattere l'inflazione ma a rallentare gli investimenti e frenano la crescita economica), e “colombe” che sostengono una politica monetaria più flessibile ed espansiva, con tassi di interesse più bassi (che favoriscono la crescita dell'economia e dell’occupazione, ma potrebbero portare a un aumento dell’inflazione).

I meeting del FOMC

Il comitato si riunisce regolarmente otto volte l'anno (circa ogni 6 settimane) per esaminare le condizioni dell'economia USA e determinare le strategie di politica monetaria. Tuttavia, se necessario, i meeting possono essere più frequenti. Queste riunioni non si tengono in pubblico e sono quindi oggetto di molte speculazioni a Wall Street, dove gli analisti tentano di prevedere se la Fed allenterà o meno l'offerta di moneta con un conseguente aumento o diminuzione dei tassi di interesse.

I verbali delle riunioni sono dunque attesi con grande apprensione dai mercati e dagli investitori, in quanto permettono di avere un quadro sulle priorità dell’istituto e su possibili movimenti all’orizzonte sui tassi d’interesse. Una variazione dei tassi di interesse si ripercuote su mutui, prestiti, tassi di cambio e molto altro. Per questo motivo, qualsiasi dichiarazione o altro intervento del FOMC è seguito con la massima attenzione dagli investitori, che analizzano le possibili ripercussioni sulle politiche future.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 13% annuo con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
UniCredit S.p.ABanco BPMIntesa Sanpaolo
Rendimento p.a.
13%
Cedole
3,25% - €32,50
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD5TR73
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy