Wall Street verso apertura negativa, ultima settimana del trimestre


Inizia oggi una settimana ridotta a causa delle festività di Pasqua e il dato macro più importante, quello maggiormente considerato dalla Federal Reserve nelle sue decisioni di politica monetaria, verrà diffuso venerdì a mercato chiuso.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Wall Street negativa

Wall Street verso un’apertura negativa ad inizio di una settimana ridotta a causa delle festività di Pasqua.

I future sul Nasdaq cedono lo 0,60% indeboliti dalle perdite di alcune big tech (Apple, Meta e Alphabet), sotto indagine da parte della Commissione europea, mentre dalla Cina arrivano cattive notizie per i produttori di microchip (Intel). Negativi anche i contratti sullo S&P500 (-0,30%) e quelli sul Dow Jones (-0,20%).

Tutti e tre i principali indici azionari Usa avevano riportato un rialzo su base settimanale, con lo S&P 500 salito del 2,3% e il Dow Jones che ha incassato un guadagno del 2% circa, quest’ultimo concludendo la settimana migliore dal mese di dicembre.

In crescita (+0,20%) l’indice del dollaro ma il biglietto verde cede nei confronti dell’euro e la coppia EUR/USD sale (+0,25%) a 1,0831. Lieve guadagno anche per il Titoli di Stato USA, con il rendimento del biennale che arriva al 4,619% e quello del decennale in salita al 4,233%.

Leggero aumento (+2%) anche per il Bitcoin, oltre i 67 mila dollari, per l’oro, arrivato a 2.176 dollari l’oncia, e per il petrolio (greggio a 80,88 dollari) dopo le previsioni ottimistiche di Goldman Sachs sulle materie prime.

Il dato preferito dalla Fed

Il dato macro più importante di questa settimana, l’indice dei prezzi della spesa per consumi personali (PCE) di febbraio, verrà diffuso venerdì a Wall Street chiusa per la festività del Venerdì Santo e gli economisti si attendono la conferma del dato precedente (+2,8%).

Il dato preferito dalla Fed arriva in un contesto in cui sono aumentate le previsioni di un primo taglio dei tassi di interesse da parte dell’istituto centrale per giugno. Secondo lo strumento FedWatch del CME, i trader ora vedono una probabilità del 75% che la Fed introduca il primo taglio a giugno, rispetto al 55% circa dell’inizio della scorsa settimana.

Venerdì il presidente dell’istituto di Atlanta, Raphael Bostic, dichiarava di attendersi quest’anno un solo taglio da 25 pb quest’anno, dai due che prevedeva precedentemente.

Nei prossimi giorni sono previste anche le stime finali del PIL del quarto trimestre e il dato sulla fiducia dei consumatori di marzo, che completeranno l'ultima settimana di negoziazione del trimestre di marzo.

Nuovo target price sullo S&P 500

Gli analisti di HSBC hanno alzato il loro prezzo obiettivo di fine anno sullo S&P 500, portandolo a 5.400 dai 5.000 precedenti.

L’aumento del target price è deciso a seguito di “migliori aspettative sugli utili, supportate dalla resiliente crescita del PIL, dai recenti battiti degli utili e dal sentiment positivo delle imprese nell'ultima stagione degli utili”, spiegano in una nota da HSBC.

“Il nostro tp si basa sul taglio dei tassi della Fed a giugno con tagli totali di 75 punti base nel 2024, in linea con il consenso e le aspettative della Fed basate sul recente dot plot”, hanno aggiunto.

La decisione di HSBC arriva dopo che a fine settimana scorsa da Société Générale avevano alzato il target a fine anno dell'S&P500 a 5.400, dal precedente 4,750 punti.

Notizie societarie e pre-market USA

Apple (-0,70%), Alphabet (-0,30%), Meta Platforms (-0,80%): la Commissione europea ha aperto oggi le indagini nei confronti delle tre società per valutare se queste siano in grado di garantire un effettivo rispetto degli obblighi previsti dal Digital Markets Act (Dma).

NVIDIA (-1%): l’agenzia Reuters riferisce di un accordo tra Qualcomm, Alphabet e Intel per cercare di fare concorrenza ai processori per l’Intelligenza Artificiale prodotti da NVIDIA, costruendo una suite di software e strumenti in grado di alimentare diversi tipi di chip acceleratori di IA

Intel (-4%): la Cina vuole eliminare gradualmente i microprocessori dei produttori di chip dai personal computer e dai server governativi, indebolendo così i titoli del settore come Advanced Micro Devices (-3%).

United Airlines (-3%): la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti (FAA) ha annunciato una maggiore supervisione sulle compagnie aeree per garantire il rispetto delle norme di sicurezza dopo gli incidenti avvenuti nelle ultime settimane.

Coinbase Global (+2%): il Bitcoin sale a circa 67 mila dollari sostenendo il settore delle criptovalute.

Trump Media & Technology Group: la società di Donald Trump dovrebbe iniziare a essere negoziata sul Nasdaq con i ticker ‘DJT’ e ‘DJTWW’, grazie a un accordo attraverso cui ha ottenuto la fusione con Digital World Acquisition Corporation, i cui azionisti diventeranno a loro volta soci dell’azienda dell’ex presidente USA.

Raccomandazioni analisti

Accesso come utente registrato

La lettura di questo paragrafo è consentita solo agli utenti registrati

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Inserisci il tuo indirizzo email e controlla la tua casella di posta!
Riceverai un'email con un codice di accesso.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 15,60% annuo con il certificate su Microsoft, Nvidia e UiPath
Sottostanti:
NVIDIA CorporationUipath IncMicrosoft Corporation
Rendimento p.a.
15,6%
Cedole
1,3% - €1,30
Memoria
no
Barriera Cedole
50%
ISIN
XS2677112240
Emittente
BNP Paribas
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy