Le Brevi di OraFinanza.it

Attualità - Trimestrale Renault: ricavi in aumento e guidance confermata di Mauro Speranza

I risultati trimestrali di Renault

Primo trimestre con un aumento dell'1,8% dei ricavi per Renault e confermate le previsioni del margine sugli utili e sul flusso di cassa per il 2024, mentre procede con i tagli dei costi.

Il gruppo ha venduto 549.099 veicoli nel primo trimestre, con un aumento del 2,6% rispetto allo stesso periodo del 2023.

Tornano a crescere i volumi di vendita nel corso dello scorso anno dopo quattro anni consecutivi di calo, ma i prezzi sono sotto pressione a causa della debolezza della domanda globale.


Attualità - NVIDIA rimbalza dopo il -10% di venerdì: le cause secondo gli analisti di Mauro Speranza

La view di WebSim Intermonte su NVIDIA

Tentativo di recupero a Wall Street per il titolo NVIDIA, oggi arrivato a guadagnare il 3% nella prima ora di scambi, arrivando a 796 dollari per azione, dopo il -10% di venerdì scorso.

“Le vendite aggressive si giustificano in parte con fisiologiche prese di profitto in parte con le crescenti tensioni sui tassi di interesse”, spiegano da WebSim Intermonte.

Più da vicino, “sono arrivate indicazioni contrastanti dal settore semiconduttori. Si deduce che, mentre l’entusiasmo legato al boom dell’Intelligenza Artificiale spinge la domanda di alcuni semiconduttori, una serie di concause sta incidendo negativamente sulla domanda dei chip di altri segmenti. In particolare, le diverse dinamiche sul calo dei tassi di interesse potrebbero portare a una contrazione dei consumi, penalizzando i chip destinati ad automobili, smartphone, personal computer, console da gioco, elettrodomestici e così via”, aggiungono gli analisti della sim.

Il consenso aggiornato raccolto da Bloomberg sul titolo NVIDIA registra: 61 ‘buy’, 7 ‘hold’ e nessun ‘sell’, con un target price medio 994 dollari.


Attualità - Sondaggio BCE: taglio dei tassi a giugno ma meno interventi di Mauro Speranza

Le previsioni sul primo taglio dei tassi della BCE

Un sondaggio svolto dall’agenzia Reuters tra gli economisti indica che gli esperti si attendono un taglio dei tassi a giugno seguiti da due ulteriori riduzioni, meno di quanto stimato in precedenza.

La vastissima maggioranza, ovvero 91 economisti dei 97 intervistati tra il 15 e il 22 aprile, ritiene che la BCE ridurrà il tasso di deposito, attualmente al 4%, al 3,75% a giugno, in linea con le previsioni del mercato.

"Giugno sembra il punto di partenza di un ciclo di tagli e solo una forte delusione dai dati sui salari che verranno diffusi a metà maggio potrebbe far cambiare idea alla BCE, ma è molto improbabile”, prevede Bas van Geffen, senior macro strategist di Rabobank, secondo il quale “l’entità dell'allentamento dipenderà anche dai rischi di inflazione al rialzo che sono particolarmente amplificati”.


Attualità - Brusca frenata per Tesla dopo il taglio dei prezzi delle sue auto di Mauro Speranza

Tesla in rosso a Wall Street

Tesla in forte calo nel pre-market di Wall Street dove cede oltre il 3% e scende a 140 dollari per azione.

La società di Elon Musk ha deciso il taglio ai prezzi delle sue vetture, alimentando i timori del mercato circa un calo dei margini di guadagno in vista della prossima trimestrale attesa domani 23 aprile.

Nel fine settimana l'azienda ha ridotto i prezzi fino a 2.000 dollari dei suoi veicoli, come la Model 3 e la Model Y, in diversi mercati, tra cui Stati Uniti, Cina e Germania, nel tentativo di sostenere una domanda indeboliti dagli alti tassi di interesse.

La casa automobilistica di maggior valore al mondo dovrebbe registrare il primo calo dei ricavi e il margine lordo più basso in quasi quattro anni, secondo i dati LSEG.

L'analista di Wedbush Securities, Dan Ives, ha scritto in una nota di anteprima la scorsa settimana che i risultati potrebbero essere un “momento di verità” e "uno dei più importanti nella storia dell'azienda”.


Attualità - Ferrari rallenta in attesa della trimestrale: le previsioni degli analisti di Mauro Speranza

Le previsioni di WebSim sulla trimestrale di Ferrari

Titolo Ferrari in rosso oggi (-1%) a Piazza Affari, scambiato a 381 euro per azione, in attesa della trimestrale che verrà comunicata il prossimo 7 maggio.

Gli analisti di WebSim Intermonte si attendono “un altro trimestre di crescita degli utili a doppia cifra sulla base di un forte mix favorito dalla base di confronto ancora favorevole per Daytona (consegne non ancora a pieno regime nel 1Q23) e dall'accelerazione nelle consegne di Purosangue”.

“Stimano ricavi per 1,57 miliardi di euro, in crescita del +10% YoY, sostenuti da un aumento dell'ARPU a 385 mila, mentre i volumi sono previsti stabili a 3,6 mila”, aggiungono dalla sim.

L’EBITDA/EBIT è previsto 610 milioni/448 milioni, in crescita del +14%/16% YoY, con margini del 38,9%/28,6%, con effetto price&mix che dovrebbe più che compensare la crescita in R&D, SG&A e un ForEx leggermente sfavorevole.

L'eps è previsto a 1,91, +18% YoY e il FCF a 310 milioni rispetto ai 269 milioni del primo trimestre 2023 grazie a un migliore risultato operativo. “Le nostre stime sono leggermente superiori al consensus (+1/+2% EBIT/EPS)”, concludono da WebSim che sul titolo hanno un giudizio ‘neutrale’ con target price di 365 euro.


Attualità - Mediobanca, BofA aumenta la stima sull’utile di Mauro Speranza

La view di Bank of America su Mediobanca

Mediobanca in crescita dell’1% a Piazza Affari con le azioni scambiate a 13,64 euro.

Gli analisti di Bank of America hanno alzato il target price sulla banca italiana da 11,9 a 13,3 euro, confermando la raccomandazione ‘underperform’.

Gli esperti hanno aumentato le stime di utile netto adjusted dell’11% sul 2024 e del 5% sul 2025 in attesa dei risultati trimestrali in agenda per il 10 maggio prossimo.

Le previsioni sul risultato netto del terzo trimestre 2023-2024 si posizionano di un 11% al di sopra delle attese del consenso.


Attualità - Telecom Italia (+1%): fissata data per approvazione della vendita della rete a KKR di Mauro Speranza

TIM e la vendita della rete a KKR

Titolo Telecom Italia positivo a Piazza Affari dopo tre ore di contrattazioni, a 0,2246 euro per azione.

Secondo un filing pubblicato venerdì, la Commissione europea deciderà sulla proposta di acquisto della rete fissa di Tim da parte di KKR entro il 30 maggio.

La società ha valutato la sua attività di cavi sottomarini Sparkle 481 milioni di euro al 31 dicembre 2023, a seguito di una svalutazione di 107 milioni registrata nel corso dell'anno, secondo i documenti pubblicati sul sito web del gruppo di telecomunicazioni.


Attualità - Banco BPM può ancora crescere secondo BofA di Mauro Speranza

La view di Bank of America su Banco BPM

Titolo Banco BPM in evidenza oggi, mostrando una crescita dell’1% a 5,896 euro dopo un’ora di scambi a Piazza Affari.

Gli analisti di Bank of America hanno alzato il prezzo obiettivo su Banco BPM da 7 a 7,4 euro, confermando la raccomandazione ‘buy’.

Dalla banca statunitense evidenziano la presenza dell’istituto italiano in Lombardia, Veneto e Piemonte, regioni che hanno il Pil pro capite più alto in Italia, e citano un possibile M&A, “sia come compratore, sia come target".

Le stime di utile netto adjusted vengono aumentate del 6% sul 2024, del 13% sul 2025 e del 15% sul 2026.

Inoltre, oggi Barclays ha alzato il target price sulla banca italiana a 7,8 euro, dai 7 euro precedenti.


Attualità - Le cedole di oggi a Piazza Affari di Mauro Speranza

I dividendi di oggi

Ecco le società quotate alla Borsa di Milano che staccano i dividendi nella seduta di oggi con le relative cedole:

Banca Mediolanum: 0,42 euro a saldo, yield 4,30%.

Banco BPM: 0,56 euro, yield 9,20%.

Campari: 0,065 euro, yield 0,70%.

Iveco: 0,22 euro, yield 1,70%.

Prysmian: 0,7 euro, yield 1,40%.

Stellantis: 1,55 euro (data di pagamento 3 maggio), yield 6,40%.

Unicredit: 1,8029 euro, yield 5,40%.

Inoltre, fuori dal Ftse Mib staccano oggi la cedola Bff Bank, Maire, Piaggio, Banco Desio, BasicNet, Edison e su Euronext Growth (Egm) Culti Milano.


Attualità - La Bce pronta a ridurre i tassi a giugno, parola di Villeroy de Galhau

Alla Cnbc oggi, Francois Villeroy de Galhau, governatore della Banca di Francia, ha indicato che è probabile un taglio dei tassi da parte della Banca Centrale Europea nella prossima riunione di giugno.

"Salvo grandi sorprese, dovremmo tagliare i tassi. Siamo sempre più fiduciosi sul percorso di disinflazione nella zona euro", ha dichiarato Villeroy in un'intervista a Cnbc.

Inoltre, il banchiere centrale ha chiarito che, dopo il previsto taglio dei tassi a giugno, la Bce continuerà a monitorare attentamente i dati sull'inflazione per determinare la futura direzione della politica monetaria.

Inflazione Europa al 2,4% a marzo

Ieri, il tasso di inflazione sui dodici mesi dell'area dell'euro si è attestato al 2,4% a marzo 2024, in calo rispetto al 2,6% di febbraio. Un anno prima, il tasso era del 6,9%. L'inflazione annuale dell'Unione europea è stata del 2,6% a marzo 2024, in calo rispetto al 2,8% di febbraio. Un anno prima, il tasso era dell'8,3%. Questi dati sono pubblicati da Eurostat, l'ufficio statistico dell'Unione europea.

I tassi annui più bassi sono stati registrati in Lituania (0,4%), Finlandia (0,6%) e Danimarca (0,8%). I tassi annui più elevati sono stati registrati in Romania (6,7%), Croazia (4,9%), Estonia e Austria (entrambe 4,1%). Rispetto a febbraio, l'inflazione annua è diminuita in tredici Stati membri, è rimasta stabile in quattro ed è aumentata in dieci.

A marzo, il contributo più elevato al tasso di inflazione sui dodici mesi dell'area dell'euro è stato fornito dai servizi (+1,76 punti percentuali, pp), seguiti da alimentari, alcol e tabacco (+0,53 pp), beni industriali non energetici (+0,30 pp) ed energia (-0,16 pp).



Attualità - Banca Ifis (+1%): Equita Sim ne consiglia l’acquisto di Mauro Speranza

La view di Equita Sim su Banca Ifis

Azioni Banca Ifis in crescita dell’1% a Piazza Affari, con un massimo stoccato a 19,84 euro.

Da Equita Sim hanno confermato rating ‘buy’ e il target price di 24 euro sul tiolo della banca in attesa dei conti del primo trimestre in programma per il 9 maggio.

“Ci aspettiamo una top line resiliente su base annuale nonostante l’incremento del costo del funding, mentre a livello di costi stimiamo un aumento su base annua per consolidamento di Revalea e adeguamenti salariali conseguenti al rinnovo del contratto bancario”, spiegano gli esperti, sottolineando che in termini di asset quality, ci attendiamo “una dinamica ancora ampiamente sotto controllo, senza segnali tangibili di deterioramento".

Il titolo, conclude Equita, tratta a valutazioni attraenti e offre una remunerazione ai vertici del settore.


Attualità - Banco BPM, Deutsche Bank alza il target price. Attesa per il dividend di Mauro Speranza

Focus su Banco BPM

Banco BPM resta positiva a Piazza Affari, dove guadagna il 2,5% e raggiunte i 6,294 euro per azione.

Oggi gli analisti di Deutsche Bank hanno alzato il prezzo obiettivo sulla banca guidata da Giuseppe Castagna, portandolo da 6,10 a 6,50 euro, confermando il giudizio ‘hold’.

Il consenso Bloomberg aggiornato registra 9 buy, 5 hold 3 sell, con un target price medio di 6,23 euro.

Lunedì 22 aprile il titolo staccherà un dividendo di 0,56 euro per azione, corrispondente ad uno yield dell’8,90% circa.


Attualità - Bernstein ottimista sulle case automobilistiche europee di Mauro Speranza

Gli analisti di Bernstein analizzano il settore automobilistico europeo

Gli analisti di Bernstein evidenziano gli elevati margini del settore automobilistico europeo rispetto alle medie storiche e il miglioramento del flusso di cassa.

L’analisi sui protagonisti

Ferrari (‘outperform’): “non vende tanto i suoi prodotti quanto li alloca”, afferma Bernstein, riferendosi a un portafoglio ordini invidiabilmente pieno che dura fino al 2025.

BMW (‘outperfor’): BBA JV ha un margine operativo del 16,9% nel 2023, calcolano gli analisti, dimostrando la sua capacità di passare all'elettrico senza cancellare i margini di profitto.

Renault (‘outperform’): gioca una mano difficile “estremamente bene”, secondo Bernstein, citando il suo margine automobilistico del 6,3% nel 2023 rispetto al 5,0% nel 2017 e la prossima Renault 5 E-Tech elettrica a basso costo.

Porsche (‘market-perform’): ha “più da dimostrare”, dice il broker, citando le deboli vendite in Cina e ritiene che ci sono comunque buone notizie, come la nuova fase 2 Taycan, che sembra avere una carica “ben superiore a quella del Cybertruck di Tesla”.

Volkswagen (declassata a ‘market-perform’ da ‘out-perform’): il titolo ha ancora molto da dimostrare, e le riduzioni di spesa previste necessitano di una “conversione di Damasco”. “L'influenza dei sindacati sul management di VW rende improbabili grandi ritorni di capitale per gli investitori”, concludono da Bernstein.


Attualità - Diasorin (+3%), Equita Sim conferma il ‘buy’ di Mauro Speranza

La view di Equita Sim su Diasorin

Titolo Diasorin in testa tra le blu chip del FTSE MIB dopo oltre due ore di contrattazioni, segnando una crescita del 3% a 90,64 euro.

Gli analisti di Equita Sim hanno confermato il rating buy sul titolo, con un target price di 106 euro per azione, in attesa dei conti in agenda per il 10 maggio. Gli esperti si attendono un buon trimestre, che incrementa la visibilità sulle stime annuali.

“Ci aspettiamo complessivamente un buon trimestre in grado di migliorare la visibilità sulle stime grazie alla conferma di una solida crescita nell’immunodiagnostica, di una buona tenuta del molecolare (nonostante il confronto sfidante) e di segnali incoraggianti della divisione LTG che dovrebbe mostrare la ripresa delle vendite dopo il destocking che ha impattato per larga parte del 2023”, spiegano gli analisti della sim.


Attualità - Deutsche Bank alza i target price sul settore bancario italiano di Mauro Speranza

La view di Deutsche Bank sul settore bancario italiano

Settore bancario italiano in recupero questa mattina a Piazza Affari dopo il calo di ieri. L’indice di settore guadagna l’1% e sugli scudi salgono soprattutto Banca Popolare di Sondrio (+3%), Banco BPM (+2,60%), Bper Banca (+1,50), Mps (+1%), Unicredit (+1%), Intesa Sanpaolo (+1%) e FinecoBank (+1%).

Gli analisti di Deutsche Bank in una nota sulle banche italiane hanno aggiornato i target price di diversi titoli in vista della tornata di trimestrali.

In dettaglio, il target di Unicredit viene alzato a 35,4 euro da 30,7 euro (hold), quello di Mediobanca a 10,9 euro da 9,9 euro (sell), quello di Bper Banca a 4,7 euro da 4,3 euro (hold), quello di Banco Bpm a 6,5 euro da 6,1 euro (hold) e quello di Banca Popolare di Sondrio a 7,3 euro da 7,1 euro (hold).


Attualità - Mps colloca con successo bond da 750 milioni a 5 anni di Mauro Speranza

Il collocamento del bond di Banca Monte dei Paschi di Siena

Ieri sera Banca Monte dei Paschi di Siena ha comunicato la conclusione con successo del collocamento di un’emissione di Covered Bond con scadenza a cinque anni e destinata ad investitori istituzionali italiani ed esteri per un totale di 750 milioni di euro.

Per la banca senese si tratta della prima emissione di European Covered Bond (Premium) ed è stata realizzata a seguito del recepimento della direttiva europea di armonizzazione sui covered bond, permettendo all’istituto un’ulteriore diversificazione delle fonti di finanziamento.

L’obbligazione ha un rating atteso pari a Aa3 / AA- / AA (Moody’s/Fitch/Morningstar Dbrs) e scadenza 23 aprile 2029, mentre l’emissione è stata collocata presso circa 60 investitori istituzionali.

Gli ordini hanno superato i 2,3 miliardi di euro permettendo di fissare la cedola al livello di 3,5%, ad un prezzo di re-offer di 99,919%.


Attualità - Stellantis, assemblea approva piano dividendi 2023 di Mauro Speranza

Le decisioni dell’assemblea degli azionisti di Stellantis

L’assemblea di Stellantis che si è svolta oggi ad Amsterdam ha approvato il bilancio 2023 chiuso con un utile record di 18,6 miliardi di record, in crescita dell’11% rispetto all’esercizio precedente, a fronte di un fatturato per poco meno di 190 miliardi di euro.

Approvata anche la distribuzione di una cedola di 1,55 euro per azione ordinaria.

Voto favorevole anche per i compensi corrisposti al top management della casa automobilistica, compreso un pacchetto del valore massimo di 36,5 milioni di euro per l'AD Carlos Tavares, in aumento del 55% rispetto all’anno precedente.

Entrambi le votazioni, approvate con il 70% dei soci presenti in assemblea, non hanno valore vincolante ma solo consultivo.


Attualità - Oro, per Citigroup può arrivare a 3 mila dollari di Mauro Speranza

Le previsioni di Citigroup sull’oro

Quotazioni dell’oro ancora in crescita, sempre vicine ai massimi storici toccati nella mattinata presto quando il contratto con scadenza a giugno quotava sopra i 2.400 dollari l’oncia.

La corsa del metallo giallo potrebbe continuare secondo gli analisti di Citigroup, i quali prevedono il raggiungimento di quota 3 mila dollari l’oncia nei prossimi 6-18 mesi a seguito dei crescenti afflussi di investitori in vista delle aspettative di tagli dei tassi da parte della Federal Reserve.

Gli analisti guidati da Aakash Doshi hanno aggiornato la loro stima per i prezzi medi nel 2024 a 2.350 dollari e hanno apportato una “massiccia revisione al rialzo del 40%” nella loro previsione per il 2025 a 2.875 dollari. Il trading “testerà e supererà regolarmente” i 2.500 dollari nella seconda metà, hanno scritto.

Secondo Citigroup, l’oro sarà guidato dall’aumento dei flussi da parte degli operatori finanziari gestiti, che stanno già mostrando segni di recupero rispetto alla domanda dei consumatori fisici in Cina e delle banche centrali. L’inizio di un ciclo di tagli da parte della Fed – o di un potenziale scenario di recessione – nel 2025 fornirà ulteriore slancio alla domanda di investimenti.

Gli afflussi verso i fondi negoziati in borsa garantiti dall’oro – in gran parte assenti negli ultimi anni – “bloccheranno il percorso verso i 3.000 dollari”, hanno scritto gli analisti. Citi vede maggiori prospettive per un calo dei prezzi intorno a maggio o giugno, ma si aspetta un “forte supporto agli acquisti” alla soglia di 2.200 dollari l’oncia.


Attualità - Rehn (BCE): taglio dei tassi sempre condizionato dai prezzi di Mauro Speranza

Le dichiarazioni di Olli Rehn della Banca centrale europea

Prosegue il dibattito sul futuro della politica monetaria della Banca centrale europea dopo l’apertura ad un allentamento emersa la settimana scorsa al termine del meeting dell’istituto centrale.

Il membro del consiglio della BCE e governatore della banca centrale finlandese, Olli Rehn, ha dichiarato che “le prospettive di un taglio dei tassi d'interesse a giugno da parte della BCE presuppongono che non ci siano ulteriori battute d'arresto nella situazione geopolitica che influenzino i prezzi dell'energia e quindi l'inflazione”.

La scorsa settimana la BCE aveva aperto alla possibilità di un taglio dei tassi a giugno e Rehn ha sottolineato che il prerequisito per una tale decisione è che l'inflazione rallenti come previsto.

“Questo presuppone che non ci siano ulteriori battute d'arresto, ad esempio nella situazione geopolitica e quindi nei prezzi dell'energia”, ha detto in una dichiarazione, facendo riferimento al Medio Oriente e alla Russia.

Alcuni colleghi di Rehn si sono già espressi a favore di un ulteriore taglio dei tassi dopo giugno, ma Rehn non ha fatto commenti in tal senso.

“La BCE prende le proprie decisioni sui tassi d'interesse riunione dopo riunione alla luce delle informazioni più recenti, senza legarsi le mani in anticipo ad alcun tasso d'interesse specifico”, ha concluso.


Attualità - Prezzi al consumo in Italia in calo a marzo di Mauro Speranza

I dati sui prezzi in Italia a marzo

Oggi l’Istat ha comunicato i dati relativi ai prezzi al consumo in Italia di marzo, ritoccando il dato del mese in cui l’indice ha registrato un'accelerazione tendenziale dovuta principalmente all’attenuazione della flessione dei prezzi dei beni energetici.

Su base mensile la crescita dei prezzi è risultata nulla (0%), ridotto rispetto alla lettura del 29 marzo (+0,1%) in calo rispetto al precedente +0,1% e inferiore alle previsioni (+0,1%).

Su base annuale l’aumento dei prezzi del mese scorso risulta dell’1,2%, dal +1,3% comunicato a fine marzo, in crescita rispetto al dato precedente (+0,8%) ma inferiori al dato atteso (+1,3%).


Attualità - Mps, doppio upgrade da da Dbrs Morningstar di Mauro Speranza

Fiducia su Banca Monte dei Paschi di Siena da Dbrs Morningstar

L’agenzia Dbrs Morningstar ha alzato di due notch i rating su Banca Monte dei Paschi di Siena, portando lo stand alone Intrinsic Assessment, il Long-Term Issuer e il Long-Term Senior Debt a BB (high) da BB (low) e il Long-Term Deposit a BBB (low) da BB.

Gli analisti hanno anche migliorato il rating del debito subordinato a BB (low) da B (low).

L’outlook è stato migliorato a positivo, in quanto l’agenzia si aspetta che questi elementi continueranno a sostenere i profitti nel 2024.

L’upgrade riflette il forte livello di patrimonializzazione, il ritorno alla distribuzione di dividendi e la significativa riduzione dei rischi legali.
La decisione considera i significativi miglioramenti realizzati dalla banca senese negli ultimi 12-18 mesi con il sostanziale aumento dei ricavi in un contesto di tassi d’interesse elevati, e, tra l’altro, in scia al miglioramento del business mix.


Attualità - Kazimir (BCE): taglio dei tassi a giugno ma poi politica resta restrittiva di Mauro Speranza

Le parole di Kazimir della Banca centrale europea

Nuovo intervento dei uno dei membri della Banca centrale europea, questa volta Peter Kazimir, incentrato sulle prospettive sulla futura politica monetaria dell’istituto centrale.

“L'inflazione della zona euro è in ritirata, quindi i tassi d'interesse possono essere ridotti a giugno, ma il percorso seguente è troppo incerto perché i responsabili politici prendano impegni sul dopo”, ha dichiarato Kazimir, anche governatore della banca centrale slovacca
“Giugno è un'opportunità per ricalibrare il nostro approccio alla luce del miglioramento delle condizioni economiche. Siamo chiari: non ci stiamo pre-impegnando su un percorso definito dopo giugno”, ha aggiunto.

Kazimir ha poi affermato che il calo dell'inflazione è persistente e le prospettive sono incoraggianti, malgrado la politica monetaria debba ancora rimanere restrittiva per qualche tempo.

“Anche dopo il primo taglio dei tassi, la nostra politica monetaria rimarrà restrittiva; è necessario”, ha concluso Kazimir.


Attualità - Leonardo, Citi ne consiglia l’acquisto di Mauro Speranza

Il giudizio degli analisti su Leonardo

Titolo Leonardo sempre sotto i riflettori a Piazza Affari, sostenuto dai venti di guerra in Medio Oriente e guadagna circa il 2% nelle prime due ore di contrattazioni, salendo a 22,82 euro per azione. Dal primo gennaio il prezzo è cresciuto del +48,0% vs +11,20% del FTSE MIB.

La società ha annunciato oggi l’accordo con Rete Ferroviaria Italiana (RFI) per realizzare un progetto condiviso nell’ambito della Military Mobility, un’iniziativa Ue finalizzata ad aumentare le capacità infrastrutturali e digitali esistenti, per assicurare la movimentazione di risorse militari, all’interno e all’esterno dell’Europa, anche con breve preavviso e su larga scala, garantendo capacità di trasporto sicure, sostenibili e resilienti.

Stamattina gli analisti di Citi hanno rafforzato il ‘buy’ sul titolo, alzando il target price da 16,80 a 28,60 euro.

Il consenso raccolto da Bloomberg attualmente registra 13 ‘buy’, 5 ‘hold’ e 1 ‘sell’, con un target price medio 22,68 euro.


Attualità - Simkus (BCE): possibili più di tre tagli dei tassi nel 2024 di Mauro Speranza

Le dichiarazioni di Simkus della Banca centrale europea

Giovedì scorso la Banca centrale europea ha lasciato invariati i tassi di interesse ma ha aperto alla possibilità di un prossimo taglio nel breve periodo.

Secondo il governatore della banca centrale lituana e membro del consiglio della BCE, Gediminas Simkus, Francoforte potrebbe tagliare i tassi d'interesse sia a giugno che a luglio e c'è una probabilità superiore al 50% di più di tre tagli dei tassi quest'anno.
"C'è una probabilità superiore al 50% che ci siano più di tre tagli dei tassi quest'anno", ha detto Simkus ai giornalisti a Vilnius, definendo “prudente” la stima di ridurre il costo del denaro tre volte.

Attualmente i mercati prezzano solo tre tagli quest'anno, molto probabilmente a giugno, settembre e dicembre, con le aspettative che si sono ridimensionate per il timore che la Federal Reserve statunitense ritardi il proprio allentamento della politica monetaria fino all'autunno.


Attualità - TIM, Asati ritira la sua lista e annuncia voto per quella del cda uscente di Mauro Speranza

Le decisioni dell’associazione dei piccoli azionisti di Telecom Italia

Titolo Telecom Italia apre negativo in questa prima seduta di settimana, segnando un calo di mezzo punto percentuale nella prima ora di contrattazioni e scendendo ad un minimo di 0,2248 euro.

In vista dell’assemblea dei soci di TIM in agenda per il 23 aprile prossimo, Asati, l'associazione dei piccoli azionisti del gruppo, ha annunciato di aver ritirato la sua lista e che voterà per la lista del management.
Il presidente di Asati, Franco Lombardi, in una lettera ai soci, ha spiegato che “le ultime valutazioni sulle percentuali di azioni, che sosterranno le liste per il rinnovo del cda, indicano che le liste di TIM e di TValue avranno certamente valori molto maggiori di quello della lista di Asati”.

In considerazione di questo scenario “ormai definito”, prosegue il manager, Asati è intenzionata a "ritirare la lista, presentata grazie alla delega di tutti i soci, e a votare la lista di TIM".


Attualità - Prysmian acquisisce Encore Wire di Mauro Speranza

L’acquisto di Encore Wire da parte di Prysmian

La società italiana attiva nella produzione di cavi, Prysmian, ha annunciato l’acquisizione dell’azienda statunitense Encore Wire, operazione chiusa ad un valore di circa 3,9 miliardi di euro.

“Grazie a questa acquisizione, Prysmian accrescerà la propria presenza in Nord America, migliorando il proprio portafoglio e il mix geografico”, spiega il Chief Operating Officer e CEO designato, Massimo Battaini.

L’operazione ha colto di sorpresa, in quanto la società italiana aveva comunicato di essere focalizzata sulla crescita organica, con la possibilità di effettuare solo acquisizioni ‘bolt-on’ in specifici segmenti di mercato o aree geografiche, utilizzando i circa 1,1 miliardi di euro presenti in cassaforte.


Attualità - Exxon Mobil investe nel blocco Stabroek di Mauro Speranza

Le scelte di Exxon Mobil

Exxon Mobil in rialzo dell’1% a Wall Street, toccando 123 dollari per azione.

La società ha deciso di investire sul progetto nel blocco Stabroek del progetto Whiptail (offshore Guyana) 12,7 miliardi di dollari.

L’impianto aggiungerà una capacità di 250 mila barili di petrolio al giorno al termine dell’avvio della produzione, previsto nel 2027.

Il blocco Stabroek è detenuto al 45% da ExxonMobil Guyana, al 30% da Hess Guyana Exploration e la cinese CNOOC Petroleum Guyana detiene il 25%.


Attualità - Unicredit nella top pick di Mediobanca per le banche europee di Mauro Speranza

La view di Mediobanca su Unicredit

Ancora positivo il titolo Unicredit a Piazza Affari a metà seduta dopo le decisioni di Goldman Sachs. Le azioni della banca arrivano a toccare 34,665 euro, con un guadagno superiore all’1%.

Un altro giudizio positivo su Piazza Gae Aulenti è arrivato oggi dagli analisti di Mediobanca Research, i quali hanno confermato Unicredit tra le top pick nel settore europeo.

Gli esperti ricordano come le banche UE siano in rialzo del 20% circa da inizio anno, con il mercato che “finalmente” ha preso atto del profilo di valore del comparto e della “generosa remunerazione degli azionisti”.


Attualità - Riscatto per Amplifon (+4): Equita Sim alza target price di Mauro Speranza

Le previsioni di Equita Sim sulla trimestrale di Amplifon

Dopo quattro sedute in rosso consecutive e una flessione del 7%, il titolo Amplifon cerca il recupero questa mattina e guadagna il 4% nelle prime due ore di contrattazioni, tornando così a 31,63 euro.

Gli analisti di Equita Sim hanno alzato il prezzo obiettivo sul titolo della società, portandolo da 29 a 33 euro, confermando la raccomandazione ‘hold’.

“Alziamo il target alla luce di una visibilità sulla crescita 2024 in miglioramento, visti i buoni tassi di crescita organici attesi nel primo trimestre e una progressiva accelerazione del mercato europeo attesa nei prossimi trimestri (anche se da monitorare i trend dei mercati come Italia e Spagna che erano stato più resilienti nel 2023), unita a una buona pipeline di opportunità di M&A che potrebbe portare a investire sull’anno più dei 100 mln euro da noi attualmente previsti, vista la forte partenza del primo trimestre”, spiegano gli analisti.

In attesa dei conti in agenda per il 6 maggio, da Equita prevedono “volumi di mercato globali in crescita del 4% nel primo trimestre 2024, sui livelli storici, ma geograficamente ancora sbilanciati a favore di Nord America rispetto all’UE”.

Pertanto, dalla sim hanno diminuito le loro “stime di crescita organica dal 6,5% al 5,6%, riducendo le attese sull’Emea al 2,9% (dal 4%), confermato l''attesa di un contributo M&A del 3% e peggiorato l’impatto cambi al -2,4% dal -1,4%, attendendoci ora quindi una top line a 575 mln (+6,4% a/a reported)”.

Come redditività, “ci aspettiamo un miglioramento del margine di 40 punti base al 23,3% con un adjusted Ebitda +8% a/a a 133,9 milioni” e sull’intero 2024, “le variazioni alle stime su ricavi, Ebitda e utile sono al massimo dell’1%, principalmente per via dei cambi”, concludono gli analisti.


Attualità - Trimestrali USA: il calendario delle big di Mauro Speranza

Tutte le date delle trimestrali USA

Entra nel vivo oggi la stagione delle trimestrali USA, considerata da molti come un indicatore dello stato di salute dell’economia statunitense.

Ecco il calendario delle principali società:

Oggi, venerdì 12 aprile

BlackRockJPMorganWells Fargo Citigroup.

Lunedì 15 aprile

Goldman Sachs

Martedì 16 aprile

Bank of AmericaMorgan StanleyJohnson & Johnson e UnitedHealth Group.

Giovedì 18 aprile

NetflixBlackstoneTaiwan Semiconductor Manufacturing e Intuitive Surgical.

Venerdì 19 aprile

American ExpressProcter & GambleSLB.

Martedì 23 aprile

Tesla

Mercoledì 24 aprile

Meta

Giovedì 25 aprile

Microsoft e Alphabet-Google

Venerdì 26 aprile

Amazon

Giovedì 2 maggio

Apple

Mercoledì 22 Maggio

NVIDIA


Attualità - TIM, consiglio d’acquisto da parte di Equita Sim di Mauro Speranza

La view di Equita Sim su Telecom Italia

Titolo Telecom Italia in crescita dopo circa un’ora di scambi a Piazza Affari, con un massimo toccato a 0,2347 euro (+0,80%).

Gli analisti di Equita Sim confermano il ‘buy’ sul titolo, con target price di 0,37 euro dopo che ieri Bluebell ha presentato il proprio piano per TIM e ha indicato Laurence Lafont come Ceo designato.

“Il piano è molto generico e ricalca i target presentati da TIM, confermando l’opportunità di mantenere Consumer, Enterprise e Brasile nel perimetro del gruppo. A questo aggiunge una forte critica all’operazione di cessione di NetCo e chiede al nuovo board, se sarà eletto, di verificare le condizioni contrattuali relative alla cessione. Non si esplicita su questo punto, essenziale per gli azionisti di Tim a nostro avviso, se l''obiettivo sia verificare la possibilità di stoppare l’operazione o migliorarne il contenuto, facendo riferimento a un generico ''agire nel miglior interesse di Tim e dei suoi azionisti”, scrivono dalla sim.

Peraltro, proseguono, “non è indicata quale soluzione alternativa alla cessione di NetCo proporrebbe o avrebbe proposto per garantire la sostenibilità finanziaria del gruppo. Infine indica un upside potential del 100% circa in caso di delivery degli obiettivi prospettati dal management e di cessione di NetCo”.

“Continuiamo a ritenere che il completamento dell’operazione NetCo come negoziata con KKR e condivisa con il Governo e in discussione con le autorità competenti sia essenziale per fornire garanzie sulla sostenibilità finanziaria del gruppo. Per questo obiettivo, pensiamo che sia importante la continuità manageriale del gruppo, in modo da non mettere a rischio o ritardare l''esecuzione del piano di deleverage”, concludono gli analisti di Equita.


Attualità - È sempre record per l’oro: le ragioni secondo gli analisti di Mauro Speranza

Record storico per l’oro

Le quotazioni dell’oro hanno toccato oggi un nuovo record storico a 2.412,70 dollari per il future con scadenza a giugno, mentre il prezzo spot è arrivato a 2.395,38 dollari.

Il metallo si avvia verso la quarta settimana positiva di seguito (+2,4%), mentre il suo bilancio annuale (+15%) lo colloca nella fascia alta della performance del 2024 tra i principali asset finanziari.

Secondo WebSim Intermonte le ragioni del rally comprendono l’apertura della Banca centrale europea ad un taglio dei tassi a giugno e l’acuirsi delle tensioni strategiche.


Attualità - Mps, assemblea dei soci approva bilancio e dividendo di Mauro Speranza

L’assemblea dei soci di Mps

Si è conclusa l’assemblea degli azionisti di Monte dei Paschi di Siena con l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2023, con una partecipazione attraverso il rappresentante designato del 52,29% del capitale sociale.

L’utile di bilancio è di 2,02 miliardi ed è stata approvata anche la distribuzione ai soci di un dividendo di 0,25 euro per azione, per un importo complessivo di 314,92 milioni. La data di stacco è stabilita al 20 maggio, quella di legittimazione al 21 maggio e il pagamento il giorno successivo.

Deliberate, inoltre, le destinazioni dell’utile a riserva legale per un importo pari al 10% (202,15 milioni), a riserva statutaria per un importo del 15% (303,22 milioni), a riserva indisponibile per 52,69 milioni, a riserva non distribuibile per 303,88 milioni, a copertura delle perdite nette pregresse per 354,59 milioni.


Attualità - BCE: tassi fermi ma tagli “opportuni” se prosegue la disinflazione di Mauro Speranza

Le decisioni della Banca centrale europea sui tassi di interesse

Nessun cambiamento sui tassi da parte della Banca centrale europea, come ampiamente previsto, ma il direttivo ha lasciato intravvedere il possibile tanto sospirato primo taglio.

Pertanto, i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente al 4,50%, al 4,75% e al 4%.

Il consiglio ha riconosciuto il prosieguo del processo di disinflazione attualmente in corso, e, se le future valutazioni in merito alle prospettive di inflazione continueranno a convergere stabilmente verso l’obiettivo del 2%, “sarebbe opportuno ridurre l’attuale livello di restrizione della politica monetaria”.

L’attenzione si sposta ora verso la Presidente dell’istituto centrale, Christine Lagarde, impegnata nella consueta conferenza stampa post-decisione, iniziata alle ore 14:45 italiane.

“Giugno è davvero il momento per la BCE di avviare il ciclo di tagli”, prevede Evelyn Herrmann, economista di Bank of America Securities Europe, aggiungendo che “probabilmente i banchieri hanno in mente un ciclo di tagli piuttosto limitato”.


Attualità - Tassi Fed, Bnp Paribas posticipa le sue previsioni sul primo taglio di Mauro Speranza

Le previsioni di Bnp Paribas sui tassi Fed

Ancora un posticipo nelle previsioni di avvio del percorso di allentamento della politica monetaria della Federal Reserve da parte degli analisti.

Dopo UBS, Bnp Paribas ha rivisto le sue previsioni di riduzioni dei tassi della Fed riducendole a due tagli a luglio e dicembre, rispetto ai tre tagli a partire da giugno stimati in precedenza dopo i dati sull'inflazione statunitense più forti del previsto.

“A nostro avviso, i dati sul Cpi di marzo rendono insostenibile un taglio dei tassi a giugno, mentre la nostra previsione di un calo più graduale dell'inflazione rende più probabili due tagli quest'anno piuttosto che tre”, hanno detto gli analisti in una nota di ieri.


Attualità - TIM, fino a 5 miliardi di potenziali upside rispetto al piano di Mauro Speranza

L’upside per Telecom Italia rispetto al piano industriale

Andamento negativo per il titolo Telecom Italia a Piazza Affari, in calo di mezzo punto percentuale dopo 3 ore di contrattazioni, scendendo ad un minimo di 0,2322 euro.

L’ad del gruppo, Pietro Labriola, ha dichiarato nel corso di un’intervista rilasciata a BloombergTV che rispetto al piano presentato a marzo ci sono potenziali upside fino a 5 miliardi di euro, a cui contribuirà la vendita della rete al fondo statunitense KKR.

Gli upside sono legati agli earnouts collegati alla vendita della rete, dalla vendita di Sparkle e alla recente sentenza sul canone concessorio pagato nel 1998, pertanto “non c’è ragione di vendere Tim Brasil”, ha spiegato il manager. “Se lo avessi fatto, oggi gli azionisti mi chiederebbero perché sia stato svenduto. Avendo l’opportunità di ottenere 5 miliardi di upside, non vedo motivi per vendere un asset industriale importante”, ha aggiunto.

Sui tempi della vendita, Labriola ha affermato di essere “sicuro al 100% che l’accordo con KKR andrà avanti e non prevediamo ritardi”.


Attualità - Safilo (+6%): rinnovata licenza Marc Jacobs di Mauro Speranza

Il rinnovo della licenza con Marc Jacobs di Safilo

Titolo Safilo sempre in forte crescita a Piazza Affari, mantenendo il +6% dopo due ore di scambi e un massimo toccato a 1,218 euro.

Il gruppo ha rinnovato la licenza con Marc Jacobs, in scadenza a fine 2026, fino a dicembre 2031.

“La notizia è importante perché la licenza ha una dimensione piuttosto significativa (stimiamo intorno al 5% dei ricavi) e perché il brand appartiene al gruppo Lvmh e quindi avremmo immaginato che, al termine naturale, la licenza non sarebbe stata rinnovata. Le condizioni della nuova licenza dovrebbero essere rimaste piuttosto simili alle attuali”, spiegano gli analisti di Equita Sim, che su Safilo hanno una raccomandazione hold con prezzo obiettivo a 1,4 euro.


Attualità - Tassi Fed: UBS sposta previsioni primo taglio a settembre di Mauro Speranza

Le previsioni di UBS sui tassi di interesse della Federal Reserve

Ieri il dato sull’inflazione negli Stati Uniti è risultato superiore alle previsioni, chiudendo le porte ad un primo taglio a giugno dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

Dopo questi numeri, gli analisti di UBS Global Wealth Management hanno spostato le sue previsioni per l’avvio dell’allentamento monetario da giugno a settembre.

“A seguito del rapporto CPI degli Stati Uniti, ora prevediamo che la Federal Reserve taglierà i tassi due volte nel 2024, 25 punti base ogni trimestre”, prevedono gli economisti della banca.


Attualità - Exor, Ferrari e Stellantis sostengono il Nav del 2023 di Mauro Speranza

I risultati di Exor nel 2023

Il 2023 di Exor si è chiuso con un aumento del 32,7% del valore netto degli attivi (Nav) a 35 miliardi di euro, principalmente grazie alle performance azionarie di Ferrari e Stellantis.

L'utile consolidato 2023 è sceso leggermente a 4,194 miliardi dai 4,227 miliardi dell'anno prima, considerando che i risultati del 2022 includevano una plusvalenza netta di 2,424 miliardi realizzata dalla cessione di PartnerRe, ricorda la società.

Agli azionisti è stato proposto un dividendo ordinario di circa 100 milioni, pari a 0,46 euro per azione, in rialzo dai 0,44 per azione dell'anno prima, mentre il programma di buyback riprenderà per i restanti 250 milioni.

A partire dal 1 gennaio 2024 Exor si qualifica come “Investiment Entity” e cambierà la sua rendicontazione, deconsolidando le società del portafoglio e contabilizzandole al fair value.

“L'impatto positivo non ricorrente sul conto economico sarebbe approssimativamente di 12 miliardi di euro, risultante dalla differenza tra il valore contabile netto degli investimenti precedentemente consolidati o contabilizzati utilizzando il metodo del patrimonio netto e il loro fair value alla data della variazione", spiega la nota. L'impatto definitivo sarà comunicato nei risultati semestrali del 2024.


Attualità - Vigilia BCE: le previsioni di IG Italia di Mauro Speranza

Le previsioni di Filippo Diodovich di IG Italia sul meeting BCE

Domani il consiglio della Banca centrale europea deciderà sulla politica monetaria e alle 14:15 italiane comunicherà le proprie scelte sui tassi di interesse. La Presidente Christine Lagarde terra la consueta conferenza stampa alle 14:45.

Ecco le attese di Filippo Diodovich, Senior Market Strategist di IG Italia:

  • Tassi di interesse invariati sui livelli attuali (tasso sui depositi al 4%, tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principale al 4,50%, tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento marginale al 4,75%);
  • indicazioni su un possibile taglio del costo del denaro a giugno, ma pochi dettagli sulle prossime mosse di politica monetaria nel secondo semestre (attesa per le stime degli esperti della BCE su inflazione, disoccupazione e PIL che saranno pubblicate proprio nella prossima riunione di giugno);
  • mantenimento di un atteggiamento 'data-dependant', ovvero legato all’andamento delle variabili macroeconomiche”.

“Tenendo conto del debole stato di salute delle principali economie dell’Eurozona e del processo di disinflazione, crediamo che la Presidente della BCE Christine Lagarde possa dare importanti indicazioni su un possibile taglio del costo del denaro a giugno, confermando le attese del mercato.

Riteniamo, tuttavia, che Lagarde possa fermarsi qui non fornendo ulteriori dettagli sulle strategie monetarie post meeting di giugno. Le decisioni dipenderanno dalle prossime stime degli esperti della banca centrale su inflazione e PIL che saranno pubblicate proprio nel meeting di giugno”.


Attualità - JP Morgan, previsioni degli analisti sulla trimestrale di Mauro Speranza

Le previsioni degli analisti sulla trimestrale di JP Morgan

JP Morgan comunicherà i risulta del primo trimestre il prossimo 12 aprile e oggi il titolo cede l’1% nel pre-market USA, condizionato dai risultati sull’inflazione del mese di marzo negli Stati Uniti, superiore alle previsioni.

La stima media di 15 analisti registrata da LSEG prevede un aumento del 6,4% dei ricavi della banca statunitense, arrivando a 41,836 miliardi rispetto ai 39,34 miliardi di un anno fa.

La stima media degli analisti di LSEG è di un utile di 4,15 dollari per azione.

L'attuale rating medio degli analisti sulle azioni è ‘buy’, con 20 ‘strong buy’ o ‘buy’, 7 ‘hold’ e nessun ‘sell’ o ‘strong sell’.

Il target price medio a 12 mesi di Wall Street per la banca è di 212,50 dollari, superiore a prezzo di chiusura di 197,15 dollari di ieri.


Attualità - NVIDIA, Morgan Stanley alza il target price di Mauro Speranza

La view di Morgan Stanley su NVIDIA

Andamento incerto del titolo NVIDIA a Wall Street, con un calo di mezzo punto percentuale dopo il -2% di ieri (853,54 dollari), mentre si attende il dato dell’inflazione USA previsto per le 14:30 italiane.

Gli analisti di Morgan Stanley hanno alzato il target price sulle azioni della società protagonista dell’Intelligenza Artificiale a 1.000 dollari, con un rialzo del 17% rispetto alla chiusura di ieri, mantenendo il rating ‘overweight’.

“Anche in presenza di un forte apprezzamento nell'ultimo anno, riteniamo che sia opportuno mantenere un'esposizione maggiore all'AI e che, sempre più spesso, NVIDIA rappresenti il modo migliore per ottenere tale esposizione in questa copertura”, spiega il team di analisti di MS guidato da Joseph Moore.

Gli analisti hanno sottolineato che i piani di investimento a lungo termine sono incoraggianti, la domanda è più forte al di fuori dei tradizionali clienti hyperscale e le spedizioni incrementali in Medio Oriente sono tra le ragioni per essere rialzisti.

“Anche se il breve termine rimane molto forte, continuiamo a segnalare che la domanda sembra più forte dell'offerta. La catena di fornitura riflette una riduzione dei tempi di consegna di Hopper, alcune attività di aggiustamento e alcuni doppi ordini da parte di NVDA nella sua catena di fornitura”, concludono da Morgan Stanley.


Attualità - Delta Air Lines (+4%): previsioni utili oltre le attese di Mauro Speranza

Le previsioni sugli utili di Delta Air Lines

Azioni di Delta Air Lines in forte rialzo nel pre-market USA, segnando un aumento superiore al 4% a 49,70 dollari.

La società ha previsto per il secondo trimestre un utile per azione di 2,20-2,50 dollari, rispetto alle aspettative di LSEG di 2,23 dollari.
“Prevediamo un continuo e forte slancio per il nostro business”, annunciava Ed Bastian, CEO di Delta.

Impatto positivo anche nei confronti degli altri titoli del settore quali JetBlue Airways, Alaska Air, Southwest Airlines, salite tra l'1,6% e l'1,8%, mentre American Airlines cresce del 3% e United Airlines del 4%.


Attualità - Bot annuale ai minimi di due mesi di Mauro Speranza

Il collocamento odierno del Bot

Il rendimento del Bot annuale stamani ha toccato il livello più basso degli ultimi due mesi in occasione dell'asta in cui il Tesoro ha collocato gli 8 miliardi di euro offerti.

Il nuovo Buono 14 aprile 2025 è stato collocato al tasso medio di 3,533%, minimo da febbraio, rispetto a 3,546% dell'asta di metà marzo.

Di seguito i dettagli del collocamento odierno del Tesoro Italiano:

  • TIPO: TITOLO BOT A 367 GG.
  • ISIN: IT0005592370
  • SCADENZA: 14-04-2025
  • DATA REGOLAMENTO: 12-04-2024
  • IMP. OFFERTO: 8.000
  • IMP. RICHIESTO: 10.641
  • IMP. ASSEGNATO: 8.000
  • REND.MED.POND.S.: 3,533
  • VAR.REND.ASTA PRE: - 0,013
  • DATA ASTA PREC.: 12-03-2024
  • REND. MAX.: 3,536
  • REND. MIN.: 3,525
  • PRZ. MED. POND.: (%) 96,524
  • TIPO ASTA COMPETITIVA
  • RAPP. COPERTURA 1,33

Attualità - Intesa Sanpaolo, Jefferies aumenta le attese sui ricavi di Mauro Speranza

La view di Jefferies su Intesa Sanpaolo

Inizio di seduta positivo per il titolo Intesa Sanpaolo, in crescita di mezzo punto percentuale a 3,333 euro.

Gli analisti di Jefferies hanno confermato la loro raccomandazione ‘buy’ e il prezzo obiettivo a 3,9 euro sul titolo della Banca.

Gli esperti stimano che nel primo trimestre 2024 la banca abbia segnato “una generazione di ricavi record, con il rimbalzo nell’utile da commissioni e altri ricavi che ha più che compensato il lieve calo nel net interest income”.

Le attese sui ricavi per l’intero anno vengono aumentate del 2%. Per il periodo 2023-2026, gli esperti vedono un tasso composto medio annuo di incremento dell’Eps dell’8%.


Attualità - Fitch taglia l’outlook sulla Cina di Mauro Speranza

La decisione di Fitch sulla Cina

Gli analisti di Fitch hanno tagliato l'outlook sul rating sovrano della Cina a negativo, a causa di rischi per le finanze pubbliche, con la seconda economia mondiale che si trova ad affrontare una crescente incertezza nel passaggio a nuovi modelli di crescita.

L’agenzia prevede che il deficit pubblico cinese, che copre le infrastrutture e altre attività ufficiali al di fuori del bilancio principale, salirà al 7,1% del prodotto interno lordo (Pil) nel 2024 rispetto al 5,8% del 2023, il valore più alto dall'8,6% del 2020, quando le rigide regole di Pechino per limitare i contagi da Covid hanno pesato sull'economia.
L'agenzia ha abbassato l'outlook da 'stabile' a 'negativo', indicando la possibilità di un downgrade nel medio termine, ma ha confermato il rating a 'A+'.

“La revisione riflette la situazione più difficile delle finanze pubbliche cinesi, a causa del doppio colpo della decelerazione della crescita e dell'aumento del debito”, spiega detto Gary Ng, economista senior di Natixis Asia-Pacifico.


Attualità - Leonardo a picco (-6%): dubbi di Goldman Sachs sul settore di Mauro Speranza

La view di Goldman Sachs su Leonardo e il settore della Difesa

Leonardo in fondo al FTSE MIB a metà seduta di oggi, segnando un calo del 6% e un minimo toccato a 21,50 euro.

L’attenzione sul settore europeo della Difesa arriva dopo l’indicazione degli analisti di Goldman Sachs, secondo cui dopo i forti rialzi dello scorso anno e dell’inizio del 2024 ora c’è “rischio di calo delle quotazioni per via alte valutazioni raggiunte”.

“Negli ultimi 12 mesi il settore è stato ben sostenuto dall’espansione del budget per la Difesa e adesso i titoli stanno scambiando su multipli picco rispetto a quelli storici”, sottolineano da GS, per cui ora in generale le valutazioni dei titoli del comparto europeo presentano “più rischio di downside che non di upside andando verso il 2025”.

In ogni modo, Goldman Sachs ha alzato da 18 a 23,7 euro il prezzo obiettivo su Leonardo, confermando la raccomandazione ‘neutral’.


Attualità - Stellantis, volumi in aumento nella UE29 nel primo trimestre di Mauro Speranza

I numeri di Stellantis nel primo trimestre

Stellantis ha registrato un aumento del 5,4%dei volumi (autovetture+veicoli commerciali) nella regione UE29 rispetto all’anno precedente per il primo trimestre 2024, con una quota di mercato che sale (+0,9%) al 19,2%.

Si tratta di “un risultato che rispecchia la performance dell'anno scorso, nonostante l'assenza di incentivi alla domanda in molti mercati europei di grande rilievo”, sottolinea la società.

In Italia, il gruppo ha aumentato le vendite (Autovetture+Veicoli Commerciali) del 4,3% rispetto all'anno precedente. In particolare, nella top ten si piazzano sei modelli Stellantis, con la Fiat Panda al primo posto e Citroen C3 sul podio.


Attualità - Salvatore Ferragamo, Intesa Sanpaolo taglia target price di Mauro Speranza

La view di Intesa Sanpaolo su Salvatore Ferragamo

Titolo Salvatore Ferragamo che torna in verde dopo un’apertura negativa a Piazza Affari, arrivando a guadagnare l’1% a metà seduta, con un massimo toccato a 10,84 euro.

Gli analisti di Intesa Sanpaolo hanno ridotto da 11 a 10,2 euro il prezzo obiettivo sul titolo della società di moda, confermando la raccomandazione ‘hold’.

“Crediamo che il difficile rilancio del marchio in un contesto di crescita normalizzata” per il comparto del lusso “debba aver portato a un calo a doppia cifra” percentuale “delle vendite nel primo trimestre 2024” e l’anno in corso “è atteso restare difficile. Abbassiamo le nostre stime di ricavi 2024 del 4,4% e quelle di Eps di oltre il 30%”, spiegano dalla banca.


Attualità - BTP, rendimento del decennale in calo di Mauro Speranza

Una panoramica sull’obbligazionario italiano

Obbligazionario italiano positivo questa mattina, con un'intonazione migliore della carta core.

Poco dopo le 11,00 italiane, il rendimento del Btp marzo 2034 si attesta al 3,72% (-2%) dal 3,81% del finale di ieri, mentre lo spread con il Bund vale 133 pb da 135.

Occhi puntati anche al primario, con il Tesoro impegnato nelle aste di metà mese che vedranno sul piatto domani 8 miliardi di euro in Bot a 12 mesi e giovedì fino a 8,25 miliardi nelle riaperture di tre Btp a 3, 7 e 15 anni.

Il settore resta in attesa di alcuni eventi clou previsti nei prossimi giorni, in grado di influenzare le aspettative sui tassi:

  • i dati sull’inflazione USA in agenda per domani;
  • la decisione della BCE di giovedì sui tassi di interesse;
  • il Def che il governo si accinge a varare oggi.

In questo contesto, osserva Unicredit in una nota, il Btp “rimane molto ben supportato”, con lo spread tornato sotto i 135 con un calo di oltre 10 pb dai 144 centesimi toccati la settimana scorsa, in concomitanza con le dichiarazioni del ministro dell'Economia Giorgetti sulla procedura di infrazione Ue contro Roma. anche in questo senso, c'è attesa per i numeri del Def che il Cdm licenzierà oggi.


Attualità - Crollo Amplifon (-5%): Garante della concorrenza segnala scarsa trasparenza nel settore di Mauro Speranza

Scarsa trasparenza nel settore di Amplifon

Amplifon in forte calo a Piazza Affari, con il titolo che cede il 5% nella prima ora di contrattazioni e scende a 30,45 euro.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha comunicato la chiusura dell’indagine conoscitiva sul settore deli apparecchi acustici: a seguito delle risultanze, è stata inviata segnalazione a Parlamento e altre istituzioni.

L’indagine ha rilevato “una scarsa trasparenza delle condizioni commerciali praticate al pubblico: i consumatori hanno difficoltà nell’ottenere informazioni chiare sia di tipo tecnico sia sul prezzo dell’apparecchio e dei servizi connessi, di solito venduti abbinati e senza alcuna distinzione. I servizi rappresentano la spesa principale nel pacchetto, fatto che però non viene percepito dai consumatori”, spiega il Garante.


Attualità - TIM, Iss chiede il voto per Labriola di Mauro Speranza

Il dibattito all’interno di TIM in previsione dell’assemblea

Iss, tra i maggiori proxy advisor internazionali, ha suggerito ai fondi di votare per la riconferma di Pietro Labriola alla guida di TIM per un altro mandato, in previsione dell’assemblea dei soci in programma il 23 aprile prossimo.

“Quando un socio dissenziente propone la nomina della maggioranza del board e il rimpiazzo del ceo, ci si aspetta che il dissidente proponga un business plan e si attivi con gli azionisti per assicurarsi che la strategia proposta sia ben condivisa”, scrive l’advisor.

“In questo caso, il dissidente ha mancato di motivare in modo convincente che la lista di candidati proposta sia superiore a quella del consiglio uscente”, concludono da Iss.


Attualità - Anima, raccolta negativa a marzo di Mauro Speranza

I dati sulla raccolta di Anima Holding nel mese di marzo

Il gruppo Anima Holding ha realizzato una raccolta netta negativa di 94 milioni di euro (-867 milioni da inizio anno) nel mese di marzo.

Le masse gestite complessivamente si attestano a circa 193,5 miliardi (182,5 miliardi a fine marzo 2023 e 191,5 miliardi al 31 dicembre 2023).

“Prosegue l’ottimo andamento della raccolta retail che ha superato i 700 milioni da inizio anno, trainata dall’attività dei nostri partner bancari. I flussi molto consistenti in ingresso tramite questi canali testimoniano un rinnovato interesse per il risparmio gestito”, spiega Alessandro Melzi d’Eril, Amministratore Delegato di ANIMA Holding.


Attualità - Wells Fargo: la corsa al rialzo dell’indice S&P 500 può continuare di Mauro Speranza

La view di Wells Fargo sullo S&P500

L’indice S&P500 ha chiuso la settimana scorsa a 5.204 punti (+1%) e oggi i future sull’indice scambiano intorno la parità.

Gli analisti di Wells Fargo hanno alzato il loro target price di fine anno sullo S&P 500, portandolo dal precedente 4.625 a 5.535, il maggiore tra i broker di Wall Street, con un incremento del 6% rispetto ai livelli attuali.

Gli strateghi azionari della banca sostengono che il mercato rialzista in corso, alimentato dalla crescita secolare dell’intelligenza artificiale e dalle partecipazioni concentrate negli indici, ha portato gli investitori a dare priorità ai parametri di crescita e di attualizzazione rispetto alle tradizionali misure di valutazione.

“Abbiamo ridotto il nostro premio per il rischio azionario a zero più di un anno fa e ora l’attenzione si sposta al 2025”, hanno affermato gli strateghi.


Attualità - Pirelli (+0,8%): raccomandazione d’acquisto da Jefferies di Mauro Speranza

La view di Jefferies su Pirelli

Titolo Pirelli positivo a Piazza Affari, in aumento di circa un punto percentuale a 5,916 euro.

Gli analisti di Jefferies hanno riavviato la copertura su Pirelli con rating ‘buy’ indicando l’azienda come la sua top pick nel settore, seguita da Continental e Michelin.

Gli esperti evidenziano come la società italiana operi in nicchie di mercato profittevoli, con la maggiore esposizione ai positivi trend del settore.

Inoltre, il capitale sarà usato internamente per focalizzarsi sulla riduzione del debito e le azioni per la prima volta in tre anni trattano a sconto su Michelin.


Attualità - BCE, nessuna novità da prossima riunione secondo Generali Investments di Mauro Speranza

Le previsioni sulla BCE di Generali Investments

Questa settimana (giovedì 11 aprile) è in programma la riunione della Banca centrale europea dopo che l’ultimo dato sull’inflazione nell’eurozona ha mostrato un calo al 2,4% su base annua a marzo (2,6 a febbraio), dato che si avvicina al target del 2% fissato dall’istituto centrale.

Giovedì, però, è “improbabile che riunione della BCE produca decisioni politiche concrete, poiché il Consiglio direttivo vorrà attendere prove più rassicuranti che la disinflazione stia procedendo”, prevede Thomas Hempell, responsabile della Macro & Market Research di Generali Investments.

Con l’inflazione dell’area euro di marzo al di sotto delle aspettative, “la presidente Lagarde darà probabilmente segnali ancora più chiari che la riunione di giugno sarà ‘vivace’”, aggiunge l’esperto.

Un taglio a giugno “lascerebbe il cruciale compito alla BCE prima che alla Fed di iniziare un nuovo corso (anche se il lasso di tempo che intercorre potrebbe essere solo di una settimana)”, conclude Hempell.


Attualità - Diasorin (+2%): UBS avvia copertura sul titolo di Mauro Speranza

La view di UBS su Diasorin

Titolo Diasorin tra i migliori del FTSE MIB di questa mattina (insieme a Interpump) e le azioni della società farmaceutica guadagnano oltre il 2% nella prima ora di contrattazioni, arrivando a toccare quota 86,20 euro.

Gli analisti di UBS hanno avviato la copertura sul titolo Diasorin con rating ‘buy’ e un prezzo obiettivo di 105 euro,

Il momentum dell’eps del gruppo sta migliorando, evidenziano gli esperti del broker, secondo cui la crescita dell’utile per azione porterà a un re-rating del titolo, che ora scambia a sconto del 15% rispetto al settore.


Attualità - Produzione industriale tedesca supera le attese a febbraio di Mauro Speranza

I dati sulla produzione industriale in Germania

La produzione industriale tedesca in aumento più del previsto a febbraio, aiutata dalla ripresa del settore edile e automobilistico.

Nel dettaglio, la produzione nei settori manifatturiero, energetico ed edilizio è aumentata del 2,1% rispetto al mese precedente, e oltre le previsioni (0,3%), su base destagionalizzata e corretta per il calendario dopo l'aumento rivisto al rialzo dell'1,3% a gennaio, secondo i dati diffusi dall'ufficio statistico tedesco Destatis.

Il miglioramento è stato guidato dalla crescita del 7,9% della produzione nel settore edile, con l'industria automobilistica e quella chimica che hanno registrato rispettivamente aumenti del 5,7% e del 4,6%, ha affermato Destatis.

La produzione nei settori industriali ad alta intensità energetica è aumentata del 4,2% su base mensile.


Attualità - NFP di marzo: il commento di IG di Mauro Speranza

La view di Filippo Diodovich, Senior Market Strategist di IG Italia sul report sul lavoro negli USA

L’US Bureau of Labor Statistics (BLS) ha comunicato oggi che, nel mese di marzo, nei settori non agricoli, si è registrato un aumento di 303 mila nuovi posti di lavoro, dato ben superiore alle attese del consensus (+200 mila nuovi impieghi) e crescita più alta da maggio 2023. Il tasso di disoccupazione scende al 3,8% (aspettative al 3,9%).

Riviste leggermente al rialzo le cifre dei mesi scorsi (+22 mila posti di lavoro in totale rispetto alle stime precedenti). Il dato di gennaio è stato rivisto al rialzo di 27 mila unità a +256k, quello di febbraio al ribasso di 5 mila a +270k. Il tasso di partecipazione alla forza lavoro si è attestato al 62,7%. I salari medi salgono dello 0,3% m/m (consensus +0,3%, mese precedente +0,2%). I salari sono saliti del 4,1% a/a (consensus +4,1%, mese precedente al +4,3% a/a).

L’analisi di Filippo Diodovich, Senior Market Strategist di IG Italia.

“Tante luci nel mercato del lavoro. Dollaro si rafforza dopo pubblicazione del report. Scenario ancora incerto per un taglio dei tassi della FED a giugno.

Le cifre sul mercato del lavoro di marzo hanno evidenziato numeri molto buoni per il mese appena trascorso, una crescita di nuovi impieghi che non si vedeva da maggio 2023. Nonostante le parole dovish del presidente FED, Jerome Powell, crediamo che ci siano tanti dubbi all’interno del Comitato Monetario su quale decisione prendere nei prossimi mesi. I dati macroeconomici mostrano un’economia ancora forte e un mercato del lavoro in ottima salute. Riteniamo che sarà la dinamica delle pressioni inflazionistiche nelle prossime settimane a influenzare la decisione se tagliare il costo del denaro già nel mese di giugno. Al momento manteniamo le nostre aspettative per una riduzione dei tassi di interesse nel mese di luglio”.


Attualità - Elezioni USA, da vittoria Trump “possibile reazione negativa sui mercati” secondo economista Roubini di Mauro Speranza

Le previsioni di Nouriel Roubini sulle conseguenze delle elezioni negli USA

Con l’avvicinarsi delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti aumentano le previsioni sulle conseguenze del risultato, in particolare per una vittoria dell’ex Presidente Donald Trump.

“Se Trump dovesse venire eletto, probabilmente aumenterebbe subito di molto i tassi doganali sulle importazioni, soprattutto quelle cinesi ma anche quelle europee e in questo caso è prevedibile una reazione negativa dei mercati”, secondol'economista Nouriel Roubini.

Parlando con la stampa al Workshop Ambrosetti - The European House a Cernobbio, Roubini ha aggiunto che Trump potrebbe usare la minaccia di maggiori dazi per indurre i paesi europei membri della Nato ad aumentare le loro spese militari vicino al 2% ma il rischio di ritorsioni sia da parte cinese che europee sarebbe alto anche se Stati Uniti ed Europa rimangono alleati.


Attualità - Settore petrolio, spazio per ulteriore rialzo secondo Barclays di Mauro Speranza

La view di Barclays sul settore petrolifero europeo

Gli analisti di Barclays ritengono che le azioni petrolifere europee abbiano un ulteriore spazio di rialzo del +10% per colmare il divario con il rialzo del greggio.

Il team guidato da Emmanuel Cau ritiene il settore energetico come il principale beneficiario della reflazione e come una copertura contro la stagflazione.

Per quanto riguarda i titoli energetici quotati a Piazza Affari, le quotazioni sono in rimonta da inizio anno:

  • Saipem +50%
  • Eni +1,3%
  • Maire Tecnimont +54%
  • Tenaris +18,0%
  • Saras +10%

Il Brent, intanto, supera quota 91 dollari al barile, ai massimi dall’ottobre 2023, e il greggio WTI sale a 86,60 dollari.


Attualità - Banca Mediolanum, raccolta netta in crescita a marzo di Mauro Speranza

I dati sulla raccolta di marzo di Banca Mediolanum

Rosso per il titolo Banca Mediolanum a Piazza Affari, sceso a 10,06 euro per azione e segnando un calo di mezzo punto percentuale dopo i dati sulla raccolta.

La banca ha registrato a marzo una raccolta netta di 1,24 miliardi, che sale a 3,06 miliardi da inizio anno.

“Il primo trimestre si chiude con un'ulteriore accelerazione della raccolta netta totale”, commenta Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum

“I dati dimostrano il forte gradimento dei clienti, esistenti e di nuova acquisizione, in merito all'offerta scaduta il 31 marzo che prevede la remunerazione della liquidità vincolata a 6 mesi con un tasso del 5% annuo”.

Anche la raccolta in prodotti di risparmio gestito “non è stata da meno, con 452 milioni raccolti in un mese che peraltro ha visto ancora molto forte in Italia l'attenzione dei risparmiatori verso le emissioni di titoli di Stato a loro dedicate”, aggiunge il manager.

“Ritengo che questo avvio del 2024 sia estremamente positivo e sottolineo come il mese di marzo sia stato uno dei migliori di sempre in quanto ad acquisizione di nuovi clienti del gruppo, 22.100 nel mese e 62.900 da inizio anno, in crescita dell'11% rispetto al primo trimestre 2023”, conclude Doris.


Attualità - Vendite al dettaglio sotto le previsioni nell’eurozona a febbraio di Mauro Speranza

I dati sulle vendite al dettaglio nell’eurozona

A febbraio le vendite al dettaglio nell’eurozona hanno evidenziato un -0,5% su base mensile, in peggioramento rispetto alla variazione nulla di gennaio (rivista da +0,1%) e al di sotto delle attese (-0,3%).

Su base annua hanno segnato un calo dello 0,7%, migliore invece in questo caso rispetto al -0,9% della rilevazione di gennaio (rivisto da -1,0%) e al di sopra del consensus (-1,3%).


Attualità - TIM, finanziamento ponte da 1,5 miliardi di euro di Mauro Speranza

Il finanziamento ottenuto da TIM

TIM (-0,40% a Piazza Affari) ha comunicato questa mattina di aver firmato un contratto di finanziamento ponte dal valore di 1,5 miliardi di euro, con scadenza fino a 18 mesi.

L'operazione è finalizzata alla copertura delle necessità di rifinanziamento fino alla data di closing della cessione di NetCo, e presenta condizioni in linea con i benchmarks di mercato.

bookrunnes del finanziamento sono BNP ParibasCredit AgricoleDeutsche BankJP MorganSantander e Unicredit, con quest'ultima che agisce anche da Documentation Bank e Facility Agent.


Attualità - Eni, cda approva quarta tranche del dividendo di 0,23 euro di Mauro Speranza

Le novità su Eni

Il Consiglio di amministrazione di Eni ha deliberato ieri di distribuire agli azionisti la quarta delle quattro tranche dell’erogazione in luogo del dividendo 2023, a valere sulle riserve disponibili, di 0,23 euro (su una erogazione complessiva annuale, in luogo del dividendo, pari a 0,94 euro) per ciascuna azione in circolazione alla data di stacco cedola del 20 maggio 2024, con messa in pagamento il 22 maggio 2024, in linea con quanto deliberato dall’Assemblea del 10 maggio 2023.

Il board proporrà all’Assemblea anche l’adozione di un piano di azionariato diffuso per i dipendenti.

Il gruppo lancerà quest'anno un nuovo piano di buyback da 1,1 miliardi di euro che potrà essere incrementato fino a 3,5 miliardi in base all'andamento del cash flow from operations (Cffo).
Infine, il Cda ha deliberato la possibile emissione di uno o più bond da collocare presso investitori istituzionali, fino a 5 miliardi di euro, o del valore equivalente in altra valuta entro il 31 marzo 2026.


Attualità - Meta ai massimi storici, Jefferies alza target price di Mauro Speranza

La corsa di Meta e le previsioni di Jefferies

Corre ancora il titolo Meta Platforms a Wall Street, in crescita di oltre il 3% e oltre i 523 dollari per azione, toccando così il suo massimo storico.

Gli analisti di Jefferies alzano il target price sul titolo a 585 dollari da 550 dollari, spiegando che il gigante dei social media potrebbe catturare il 50% dei ricavi pubblicitari del settore nel 2024, il suo massimo storico e ben al di sopra del 33% del 2023.

I ricavi pubblicitari sono visti aumentare di oltre il 20% rispetto alla media del settore del 9% quest'anno, e potrebbero superare quelli di Amazon per la prima volta dal 2015.

Il broker sottolinea anche che gli strumenti genAI possono sostenere i guadagni della società nel mercato degli annunci.


Attualità - Minute BCE: “visibile” la data del primo taglio di Mauro Speranza

I verbali della riunione della Banca centrale europea di marzo

Pubblicati oggi i verbali della riunione del Consiglio direttivo della Banca centrale europea svoltasi il 6 e il 7 marzo scorso.

Nell minute si legge che “la data per un primo taglio dei tassi comincia ad essere più chiaramente visibile” e “gli argomenti a favore di un taglio si stanno rafforzando”.

Tuttavia, quel giorno tra i governatori c’è stato un “consenso sul fatto che sarebbe prematuro discutere un taglio dei tassi in questa occasione”.

Sono infatti “ancora necessarie pazienza e cautela” sulla discesa dell'inflazione, si legge sulle minute.


Attualità - Ferrari declassata da Barclay ma target price aumentato di Mauro Speranza

La view di Barclays su Ferrari

Titolo Ferrari in retromarcia a Piazza Affari, con un calo di circa l’1% e un minimo toccato a 384,10 euro per azione.

Gli analisti di Barclays hanno ridotto la raccomandazione sulle azioni della Rossa di Maranello da ‘overwight’ a ‘equal weight’, alzando il prezzo obiettivo da 375 a 400 euro per azione, con un aumento del 7%, in vista della prossima trimestrale della società, in programma per il 7 maggio.

La banca d'affari suggerisce “una sorta di pit stop” la recente forte performance del titolo e scrive che, come spesso accade, Ferrari gestisce le aspettative, suggerendo che la pianificazione interna è inferiore al consensus nel primo trimestre del 2024, mentre Barclays si pone del 5% sopra il consensus.

Gli analisti non apportano praticamente alcuna modifica alle previsioni sugli utili, ad eccezione di piccole variazioni sul FCF 2024-6 dovute ad adeguamenti del capitale circolante.

Le previsioni invariate ora si collocano del 5%/12%/14% sopra consensus 2024-26 sull'EBIT adjusted e l'EBIT assoluto al 2026 pari a 2,5 miliardi di euro è superiore del 25% al limite massimo dell'intervallo target di 1,8-2,0 miliardi di euro di Ferrari.

Ferrari resta “un rifugio relativamente sicuro nella nostra copertura e ci piace la sua transizione xEV equilibrata, la traiettoria a lungo termine del mix di volume-prezzo e la visibilità ultra elevata degli utili”, concludono da Barclays.


Attualità - Stellantis, calano le vendite in Nord America di Mauro Speranza

Le vendite di Stellantis negli Stati Uniti e Canada

Dati in calo per le vendite di veicoli di Stellantis nel primo trimestre 2024 negli Stati Uniti e in Canada.

Nel dettaglio, la casa automobilistica ha visto diminuire del 10% su base annuale le vendite negli USA e del 20% nel Canada.
“Il dato non è positivo, soprattutto perché la base di paragone era facile”, scrivono da WebSim Intermonte.

Nemmeno il mix sembra positivo, con RAM ~25% inferiore anno su anno sia in USA che in Canada, Jeep stabile in US (+2%) ma -12% in Canada”, considerando anche che “l’area del Nord America rappresenta il 30% volumi di gruppo e il 60% EBIT adjusted”, proseguono gli analisti che sul titolo hanno un target price di 23,7 euro rispetto ai 25,23 euro di questa mattina (+0,80%).


Attualità - Azimut (+1,60%): plusvalenza da vendita quota in Kenney Lewis di Mauro Speranza

La vendita della quota detenuta da Azimut in Kenney Lewis

A sostenere gli acquisti sul titolo è stato l'annuncio della stipula di accordi vincolanti per la vendita a Petershill di Goldman Sachs Asset Management della partecipazione (pari al 19,3% del capitale) in Kennedy Lewis.

Il corrispettivo per l'operazione risulta pari a un importo di 225 milioni di dollari in contanti, mentre l'investimento iniziale di Azimut in Kennedy Lewis, nel luglio 2020, era stato di 60 milioni di dollari.

Nel 2020 Kennedy Lewis, gestore alternativo di credito fondato nel 2017 da David Kennedy Chene e Darren Lewis Richman, aveva un asset under management pari a circa 2 miliardi di dollari, contro i 14 miliardi di dollari attuali.

Secondo gli analisti di Banca Akros la vendita “dovrebbe generare una plusvalenza di circa 165 milioni di dollari, pari a circa il 4% dell'attuale capitalizzazione di mercato di Azimut”, mentre Equita stima invece una plusvalenza, al netto delle tasse, in area 120/130 milioni di euro ai tassi di cambio attuali.


Attualità - Brunello Cucinelli, Intesa Sanpaolo riduce il prezzo obiettivo di Mauro Speranza

La view di Intesa Sanpaolo su Brunello Cucinelli

Titolo Brunello Cucinelli debole a Piazza Affari, in calo dell’1,20% nella prima ora di contrattazioni, scendendo a 100,4 euro.

Gli analisti di Intesa Sanpaolo hanno ridotto il target price sul titolo, portandolo da 111 a 108 euro, confermando la raccomandazione ‘hold’.

“Ci aspettiamo che il primo trimestre 2024 confermi una crescita geograficamente bilanciata, con un trend di crescita superiore rispetto alla nostra ipotesi per l’intero anno (stimiamo ricavi in aumento del 16% a/a nel primo trimestre rispetto al +11,5% a/a per il 2024)”, commentano gli analisti

“Aggiorniamo le nostre previsioni per tener conto di maggiori oneri finanziari, dal momento che crediamo che la proposizione di crescita di lungo periodo interessante del gruppo sia riflessa nell’attuale prezzo di Borsa”, concludono dalla banca torinese.


Attualità - Enel, Goldman Sachs lima target price di Mauro Speranza

La view di Goldman Sachs su Enel

Gli analisti di Goldman Sachs hanno ridotto leggermente il target price sul titolo Enel, portandolo da 8,7 a 8,65 euro, livello che resta ampiamente al di sopra degli attuali prezzi di Borsa dell''azione (5,99 euro la chiusura di ieri del titolo a +0,03%). La raccomandazione resta buy.

La stima di utile netto 2026 di GS per il 2026 è “leggermente al di sopra del punto intermedio della guidance della società e a media singola cifra percentuale oltre il consenso” e gli esperti citano un mix degli utili in miglioramento e un bilancio più forte dei peer.


Attualità - Wedbush: Amazon e Netflix “destinate ad una rapida espansione” di Mauro Speranza

La view di Wedbush su Amazon e Netflix

Gli analisti di Wedbush prevedono un rapido aumento delle entrate pubblicitarie per i servizi di streaming supportati da annunci, in particolare dopo il primo trimestre del 2024, dovuto anche a precessi più automatizzati per gli acquisti pubblicitari.

Secondo Wedbush, sono le due aziende ben posizionate per beneficiare di queste tendenze e che dovrebbero registrare una crescita significativa: Amazon e Netflix.

“Il costo per mille impressioni (CPM) di Netflix e la frequenza di distribuzione degli annunci, che è di circa quattro annunci all'ora, sono rimasti stabili a circa 40 dollari e si prevede che rimarranno stabili fino al 2024, con l'eccezione di un aumento temporaneo dei CPM nella seconda metà del 2024”, spiegano gli analisti.

Per quanto riguarda Amazon, Wedbush ritiene che il gigante della tecnologia sia uno dei favoriti per assicurarsi una quota maggiore del mercato pubblicitario della CTV “grazie agli ampi dati diretti dei consumatori e alla capacità dell'azienda di fornire agli inserzionisti informazioni utili per il targeting e la misurazione dell'efficacia”.


Attualità - Pirelli (+1,50%): BofA alza il target price di Mauro Speranza

La view di BofA su Pirelli

Positivo il titolo Pirelli a Piazza Affari, in crescita dell’1,5% e un massimo toccato a 5,744 euro, rispetto ad un FTSE MIB intorno la parità.

Gli analisti di Bank of America hanno alzato da 6,1 a 6,7 euro il target price su Pirelli, confermando la raccomandazione ‘buy’.

Gli esperti hanno analizzato i trend delle società del settore espressi dai conti 2023 e notano come Pirelli risulti la migliore su vari aspetti, tra cui i margini, tra i produttori di pneumatici.


Attualità - Stellantis (-2%), calano le immatricolazioni a marzo di Mauro Speranza

I dati sulle vendite di Stellantis

Stellantis resta in fondo al listino principale di Piazza Affari con un calo del 2,4% a 24,625 euro, in un listino ora praticamente piatto.

Ieri sono arrivati i dati sulle immatricolazioni in Italia, mostrando un calo per la casa automobilistica pari all’11,6% nel mese di marzo, a fronte di una flessione del mercato del 3,7%.

A questi dati si aggiungono quelle sulle vendite in Francia e Spagna, che complessivamente hanno mostrato un calo dell’11% per Stellantis, rispetto ad un -3% a livello di mercato.

“Il dato deriva da immatricolazioni negative nei tre Paesi, con la Francia a -9%, l'Italia a -11% e la Spagna -23%. Il mercato francese conta circa l'11% dei volumi, quello italiano il 9%”, spiegano gli analisti di Websim Intermonte.


Attualità - Inflazione UE cala più del previsto a marzo, BCE verso taglio dei tassi di Mauro Speranza

I dati sull’inflazione UE di marzo

Il dato sull’inflazione comunicata oggi da Eurostat è risultato inferiori alle previsioni, rafforzando l’ipotesi che la Banca centrale europea possa presto iniziare a tagliare i tassi di interesse.

La crescita dei prezzi al consumo nei 20 paesi della zona euro è rallentata a 2,4% a marzo da 2,6% di febbraio, disattendendo le aspettative che ne prevedevano una lettura invariata.

L'inflazione sottostante, attentamente monitorata dalla BCE per valutare la durata delle pressioni sui prezzi, è scesa a 2,9% da 3,1%.
Al raffreddamento dell'indice generale hanno contribuito i prezzi dei generi alimentari, dell'energia e dei beni industriali.

L'unica potenziale preoccupazione per Francoforte è che l'inflazione dei servizi sia da mesi stabile a 4%, segno che la dinamica salariale relativamente rapida mantiene i prezzi nel settore dei servizi sotto costante pressione.


Attualità - Juventus, venduti in anticipo tutti i diritti inoptati dell’aumento di capitale di Mauro Speranza

Aggiornamento sull’aumento di capitale della Juventus

Prosegue positivamente l’aumento di capitale da 200 milioni di euro deciso dalla Juventus e il titolo bianconero oggi guadagna mezzo punto percentuale, toccando i 2,1875 euro di massimo nelle prime due ore di contrattazioni a Piazza Affari.

La società ha comunicato la vendita di tutti i 6.119.436 diritti di opzione non esercitati nel periodo di offerta in opzione, che danno diritto alla sottoscrizione di massime 3.059.718 nuove azioni, corrispondenti a circa il 2,4% del totale delle azioni ordinarie Juventus di nuova emissione, rivenienti dall’aumento di capitale sociale della società.

Il 27 marzo si era conclusa l’offerta delle azioni, con la sottoscrizione del 97,6% delle azioni, per un ammontare complessivo pari a circa 195 milioni.


Attualità - Finecobak (+5%): JP Morgan alza il target price di Mauro Speranza

La view di JP Morgan su Finecobank

Scatto iniziale per il titolo Finecobank a Piazza Affari, in rialzo del 5% a 14,325 euro per azione.

Gli analisti di JP Morgan hanno migliorato la raccomandazione sul titolo della banca a ‘Overweight’ da ‘Neutral’, alzando anche il target price a 16,30 euro per azione dai precedenti 13,50 euro.

Gli esperti prevedono una ripresa del mercato, il lancio di nuovi prodotti e un miglioramento del sentiment, che potrebbero portare a un aumento degli utili più elevati e a una rivalutazione della banca.

Secondo JP Morgan, nonostante un potenziale calo dei depositi nel breve termine, Fineco beneficerà di livelli più elevati di asset in gestione (AUM) e investimenti.Scatto iniziale per il titolo Finecobank a Piazza Affari, in rialzo del 5% a 14,325 euro per azione.

Gli analisti di JP Morgan hanno migliorato la raccomandazione sul titolo della banca a ‘Overweight’ da ‘Neutral’, alzando anche il target price a 16,30 euro per azione dai precedenti 13,50 euro.

Gli esperti prevedono una ripresa del mercato, il lancio di nuovi prodotti e un miglioramento del sentiment, che potrebbero portare a un aumento degli utili più elevati e a una rivalutazione della banca.

Secondo JP Morgan, nonostante un potenziale calo dei depositi nel breve termine, Fineco beneficerà di livelli più elevati di asset in gestione (AUM) e investimenti.


Attualità - Holzman (BCE): primo taglio a giugno “se dati favorevoli” di Mauro Speranza

Le dichiarazioni di Robert Holzmann della Banca centrale europea

Se “aprile non è sul mio radar”, a “giugno avremo maggiori informazioni” e “se i dati lo consentiranno, verrà presa una decisione” sui tassi, dichiarava in un’intervista all’agenzia Robert Holzmann, governatore della banca centrale austriaca e quindi anche membro del consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE).

“Non ho un'obiezione di principio all'allentamento di giugno, ma mi piacerebbe vedere prima i dati e voglio rimanere dipendente dai dati”, ha sottolineato.

“Se entro giugno i dati mostrano un ambiente fortemente motivato per un taglio, una settimana prima che la Fed prenda la propria decisione, allora molto probabilmente lo faremo, sperando che la Fed segua”, ha detto Holzmann, aggiungendo che “se non si realizza, allora potrebbe ridurre l'impatto economico della nostra mossa”.

Secondo il banchiere centrale austriaco, la BCE deve smettere di sovvenzionare le banche commerciali e dovrebbe tagliare i pagamenti degli interessi sulle pile di contante ottenute dalla banca centrale a buon mercato: “Non c'è alcuna ragione di politica monetaria per cui dovremmo offrire questo sussidio”.

“Non è accettabile che l'attuale struttura imponga un peso maggiore ai risultati finanziari delle banche centrali - ha spiegato - Non possiamo gestire deficit senza una fine in vista, non può essere il caso”, ha concluso.


Attualità - Rivian (-4%): deludono produzione e vendite di Mauro Speranza

Le vendite di Rivian nel primo trimestre

Rivian Automotive in calo del 4% nella prima ora di contrattazioni a Wall Street, scendendo ad un minimo di 10,26 dollari per azione.

La società sostenuta da Amazon ha prodotto 13.980 veicoli nel trimestre conclusosi il 31 marzo, mentre otto analisti interpellati da Visible Alpha si aspettavano circa 14.250 unità.

Le consegne nel primo trimestre sono state di 13.588 unità, con un calo sequenziale di circa il 3%, inferiore al calo del 10%-15% previsto a febbraio.


Attualità - Frenata Tesla (-7%): vendite inferiori alle previsioni nel primo trimestre di Mauro Speranza

Tesla delude le attese

Andatura negativa per Tesla a Wall Street, in calo del 7% (162 dollari) nel pre-market USA.

La casa di Elon Musk ha comunicato 386.810 veicoli venduti nei primi tre mesi del 2024, segnando così un calo di circa il 20% rispetto al trimestre precedente e dell’8,5% se si paragona il dato con quello di un anno prima.

Il dato è inferiore alle 454.200 consegne previste da 18 analisti interpellati da Visible Alpha e si tratta del primo calo trimestrale di Tesla in circa quattro anni.

17 broker su 49 valutano il titolo ‘buy’ o superiore, 21 ‘hold’ e 11 ‘sell’ o inferiore, con un target price medio di 193 dollari per azione.


Attualità - Robinhood in calo (-4%) nel pre-market USA di Mauro Speranza

Focus su Robinhood

Le azioni di Robinhood Markets in calo del 4% a 18,62 dollari nel pre-market USA, seguendo il trend negativo di oggi del Bitcoin, sceso a 45.700 dollari (-5%).

La piattaforma di criptovalute era balzata la scorsa settimana dopo aver lanciato una carta di credito, ampliando la propria offerta di prodotti, cercando così di ridurre la propria dipendenza dai ricavi da trading sensibili al mercato.

Ieri ARK Investment Management di Cathie Wood ha ridotto la sua partecipazione di 663.796 azioni in tre dei suoi ETF su Robinhood, per un valore totale di 13.362.212 dollari, proseguendo così la tendenza della scorsa settimana, quando aveva ridotto le sue partecipazioni nella società.


Attualità - CleanBnB (+2%): balzo dei ricavi nel 2023 di Mauro Speranza

I risultati del 2023 di CleanBnB

Giornata positiva Piazza Affari per CleanBnb, società attiva nel settore della gestione degli affitti brevi, in crescita del 2% a metà seduta di Piazza Affari, toccando un massimo di 2,18 euro.

Il 2023 della società ha visto un aumento del 59% su base annua dei ricavi consolidati, arrivati a 14,8 milioni di euro.

Il fatturato cresce anche rispetto all’epoca pre-Covid (+353% rispetto al 2019), grazie al maggior numero di soggiorni gestiti ed all'incremento delle tariffe applicate ai singoli soggiorni.

EBITDA consolidato positivo per 743.633 euro, +117% su base annua, e l’EBITDA margin sui ricavi passa dal 3,65% del 2022 al 5,01% del 2023.

Il risultato netto consolidato è positivo per 266.074 euro, in miglioramento del +271% su base annua.


Attualità - Moncler, UBS alza il target price di Mauro Speranza

L’analisi di UBS su Moncler

Moncler in calo dell’1,50% a metà seduta di Piazza Affari, toccando un minimo di 68,14 euro per azione.

Gli analisti di UBS hanno alzato da 72 a 78 euro il prezzo obiettivo sul titolo della società dei piumini, confermando la raccomandazione ‘buy’.

Il broker si aspetta che nel primo trimestre 2024 il gruppo abbia registrato ricavi pari a 795 milioni di euro (+9% a/a), di cui 676 milioni per il marchio Moncler.

Quanto alle aree geografiche, per il marchio Moncler UBS vede l’Asia trainare con un +24%, seguita dal +9% dell’Europa e dal +5% per le Americhe. Per quanto concerne Stone Island, nel primo trimestre i ricavi sono attesi a 119 milioni.


Attualità - Brunello Cucinelli (-2%): UBS riduce target price di Mauro Speranza

Focus su Brunello Cucinelli

Titolo Brunello Cucinelli in difficoltà a Piazza Affari, con una flessione del 2% dopo circa due ore di scambi alla borsa di Milano, scendendo così a 103,7 euro per azione.

Gli analisti di UBS hanno ridotto da 133 a 120 euro il prezzo obiettivo sul titolo della società italiana del lusso, confermando la raccomandazione ‘buy’.

Gli analisti hanno abbassato il target price per tener conto del recente de-rating del settore e di una limatura delle stime di eps del gruppo.

Nel dettaglio, le previsioni di utile per azione vengono abbassate dell’1% sul 2024, del 2% sul 2025 e del 3% sul 2026.


Attualità - Saipem (+2,70%): Bernstein avvia copertura sul titolo di Mauro Speranza

Luci su Saipem

Titolo Saipem in testa tra le blu chip del FTSE MIB (+0,20%) con un guadagnano del 2,80% a 2,342 euro per azione.

Stamattina gli analisti di Bernstein hanno avviato la copertura sul titolo con un giudizio ‘outperform’ e un target price di 3,14 euro.

A valle dell'ottima trimestrale, il consenso aggiornato di Bloomberg registra ora 17 ‘buy’, 5 ‘hold’ e nessun ‘sell’, con un target price medio 2,53 euro.

La società ha annunciato il completamento del rimborso anticipato del finanziamento da 387 milioni di euro con un pool di banche, garantito al 70% da Sace, stipulato nel febbraio del 2023. Già lo scorso dicembre era stato effettuato un primo rimborso anticipato parziale di 150 milioni, a cui si aggiungono i 237 milioni di venerdì.


Attualità - Alfio Bardolla torna all’utile nel 2023 di Mauro Speranza

I risultati 2023 di Alfio Bardolla

Alfio Bardolla training group, società attiva nel digital financial & business training, ha chiuso l'esercizio 2023 con ricavi in crescita del 23% a 19,5 milioni di euro, grazie soprattutto ai corsi, ai prodotti on line e al coaching.

L'EBITDA sale a 3,3 milioni (+35%) e l'EBIT torna positivo a 1 milioni, mentre nel 2022 era negativo per 0,5 milioni.

L'utile netto consolidato arriva a 0,5 milioni, contro un risultato negativo di 0,6 milioni dell'esercizio precedente.

Migliora anche la posizione finanziaria netta, che al 31 dicembre 2023 risulta pari a 1,8 milioni, rispetto a 0,8 milioni al 2022.

Proposto dividendo di 0,076 euro per azione, pari al 92% dell’utile del gruppo.

“Guardando al futuro restiamo impegnati a espandere ulteriormente la nostra offerta formativa, investire in tecnologie innovative ed esplorare nuove opportunità di mercato per continuare a offrire un valore inestimabile ai nostri clienti e ai nostri azionisti”, dichiara in una nota Alfio Bardolla, presidente e ceo del gruppo.


Attualità - BCE, previsioni confermano primo taglio a giugno di Mauro Speranza

I risultati del sondaggio Reuters sul primo taglio dei tassi BCE

Un sondaggio realizzato dalla Reuters tra gli economisti indica che la maggioranza degli esperti interpellati prevede il primo taglio dei tassi da parte della Banca centrale europea a giugno.

Secondo il sondaggio realizzato tra il 25 e il 28 marzo, tutti i 77 economisti interpellati prevedono che l'11 aprile la BCE manterrà invariato il tasso di deposito al 4%. Circa il 90%, ovvero 68 intervistati, ha detto che il primo taglio avverrà a giugno.

Si tratta di una percentuale in linea con le previsioni del mercato, e rappresenta una maggioranza più ampia rispetto al sondaggio del mese scorso.

Solo nove dei 77 economisti intervistati pensano che la BCE aspetterà fino a dopo giugno per iniziare a tagliare i tassi.

Non è emerso invece un consensus chiaro sull'entità dei tagli ai tassi che la Bce effettuerà quest'anno. Poco più della metà degli intervistati, 39 economisti su 77, si aspettano una riduzione complessiva di 100 punti base o oltre. Gli altri 38 hanno indicato 75 punti base o meno.


Attualità - Fincantieri (+4%): contratto a 1,18 miliardi in Indonesia di Mauro Speranza

Fincantieri in luce dopo il contratto in Indonesia

Fincantieri arriva a guadagnare il 4,15% a 0,702 euro nel corso della mattinata di oggi dopo le notizie provenienti dall’ Indonesia.

La società ha firmato con il Ministero della Difesa indonesiano un contratto per la fornitura di due navi pattugliatori, per un valore di 1,18 miliardi di euro.

Secondo quanto si legge in un comunicato, la Ppa è altamente flessibile e ha un eccellente livello tecnologico, con capacità di assolvere a molteplici compiti che vanno dal pattugliamento con capacità di soccorso in mare, alle operazioni di Protezione Civile, nonché da nave combattente di prima linea.

Nell'ambito dell'operazione, Fincantieri agirà quale prime contractor nei confronti del ministero della Difesa indonesiano e coordinerà in particolare gli altri partner industriali, tra cui Leonardo (+1%), per gli adeguamenti del sistema di combattimento delle navi e la prestazione dei relativi servizi logistici.

“Questo contratto è una pietra miliare per lo sviluppo della partnership strategica tra il nostro gruppo e l'Indonesia. Lo vediamo come la prima di altre importanti opportunità di collaborazione con il ministero della Difesa indonesiano, in una logica di partnership a lungo termine grazie al supporto strutturale delle nostre istituzioni, a partire dal ministero della Difesa e dalla Marina Militare Italiana”, dichiara l'AD, Pierroberto Folgiero.


Attualità - Saipem in evidenza (+2%): Barclays alza il target price di Mauro Speranza

Focus sul titolo Saipem dopo il giudizio di Barclays

Saipem ancora sotto i riflettori a Piazza Affari dopo aver corretto al ribasso (-2,5%) ieri, allontanandosi dai massimi dal luglio 2022. Oggi il titolo guadagna il 2% a metà seduta, toccando un massimo di 2,266 euro.

Stamattina Barclays ha rafforzato il giudizio ‘overweight’, alzando il target price da 2,50 a 2,90 euro.

Gli analisti hanno aggiornato le stime sul comparto dopo la stagione dei conti, alzando le previsioni di eps 2024-2025 su Saipem.

A valle dell'ottima trimestrale, il consenso aggiornato di Bloomberg registra ora 17 ‘buy’, 5 ‘hold’ e nessun ‘sell’, con un target price medio 2,53 euro.


Attualità - Panetta (BCE): ci sono condizioni per allentamento politiche monetarie di Mauro Speranza

Le parole di Panetta sui tassi di interesse

Il governatore della Banca d’Italia e membro del consiglio direttivo della Banca centrale europea, Fabio Panetta, ha affermato che “i rischi per la stabilità dei prezzi nella zona euro stanno diminuendo, creando le condizioni per un allentamento della politica monetaria da parte della BCE”.

“La politica monetaria restrittiva della BCE sta comprimendo la domanda e contribuisce, insieme al calo dei prezzi energetici, alla rapida diminuzione dell'inflazione”, spiegava Panetta in un discorso a Roma.

“I rischi per la stabilità dei prezzi si sono ridimensionati e si stanno realizzando le condizioni per avviare un allentamento monetario”, ha aggiunto.

Numerosi responsabili politici dell’istituto centrale hanno indicato un taglio dei tassi di interesse per giugno, un primo passo per ridurre il tasso record del 4% che attualmente paga sui depositi bancari.


Attualità - Brunello Cucinelli (+2,80%): Goldman Sachs alza target price di Mauro Speranza

Titolo Brunello Cucinelli in luce

Ben intonato il titolo Brunello Cucinelli in apertura di seduta di oggi, arrivando a guadagnare il 2,80% nella prima ora di contrattazioni e toccando un massimo di 106,20 euro.

Gli analisti di Goldman Sachs hanno alzato da 112 a 135 euro il prezzo obiettivo sul titolo della società italiana, confermando la raccomandazione buy.

La performance del gruppo nel 2023 è stata “solida” e sia i risultati, sia le indicazioni del management hanno confermato la forza della domanda del consumatore di alta gamma, spiegano gli analisti.

GS ha aumentato le sue stime sulla società, con i ricavi visti ora crescere del 13% anno su anno nel 2024 (10% a/a la guidance). Per il periodo 2024-2027 le previsioni di Ebit vengono migliorate del 4-5% l’anno.


Attualità - Waller (Fed): meno taglio nel 2024 dopo i dati sull’inflazione di Mauro Speranza

Le parole di Christopher Waller sui tassi di interesse Fed

Il membro del consiglio dei governatori della Federal Reserve, Christopher Waller, ha affermato che l’istituto centrale dovrebbe far slittare o ridurre il numero dei tagli dei tassi di interesse dopo i recenti dati sull'inflazione.

Waller ha sottolineato che la banca centrale non deve avere fretta nell'intervenire sul costo del denaro.

“Ritengo appropriato ridurre il numero dei tagli o posticiparli. Non c'è fretta”, ha messo in evidenza, spiegando come “la produzione economica e il mercato del lavoro continuano a mostrarsi forti, mentre i progressi nel ridurre l'inflazione sono rallentati”.


Attualità - RCS (+2%), ricavi ed EBITDA in aumento nel 2023 di Mauro Speranza

I risultati di RCS MediaGroup

Il gruppo editoriale RCS ha ha chiuso il 2023 con ricavi netti consolidati pari a 828 milioni di euro (845 milioni nel 2022).

L'EBITDA del 2023 è positivo per 136,2 milioni di euro, in crescita di 17,7 milioni di euro rispetto al 2022 (+118,5 milioni).

Il risultato netto, pari a 57 milioni di euro, evidenzia un miglioramento di 6,9 milioni di euro (50,1 milioni di euro al 31 dicembre 2022).

Nel 2024 prevede margini (EBITDA) fortemente positivi, in crescita rispetto a quelli realizzati nel 2023 e di proseguire con un'ulteriore generazione di cassa dalla gestione operativa.

Il Consiglio di amministrazione ha deliberato di proporre all'Assemblea una distribuzione di 0,07 euro per azione in circolazione al lordo delle ritenute di legge, con stacco della cedola (cedola n.6) il 20 maggio 2024, valuta 22 maggio 2024 (record date 21 maggio 2024).


Attualità - Renault annuncia nuova vendita azioni Nissan di Mauro Speranza

Renault vende azioni Nissan

Seconda vendita di azioni Nissan annunciata da Renault dopo quella effettuata lo scorso dicembre, questa volta fino a 100.242.900 azioni, il 2,5% del capitale della automobilistica giapponese.

La vendita arriva dopo l’esercizio da parte di Nissan del suo diritto di prima offerta a seguito di una comunicazione del Gruppo Renault che esprimeva l'intenzione di vendere 280.690.000 azioni Nissan (che rappresentano fino al 7% del capitale Nissan).

Ipotizzando un numero massimo di 100.242.900 azioni Nissan vendute ad un prezzo di 593,4 yen, questa vendita comporterebbe, alla data della transazione, un afflusso di cassa fino a 362 milioni di euro, che migliorerebbe la posizione finanziaria netta di cassa automobilistica di Renault.

Questa operazione "consentirà una riduzione più rapida della leva finanziaria e sosterrà la determinazione del gruppo a tornare a un rating investment grade", si legge in una nota.


Attualità - Deutsche Bank ai massimi da oltre sei anni. Upgrade da Morgan Stanley di Mauro Speranza

Deutsche Bank può correre ancora secondo Morgan Stanley

Il titolo Deutsche Bank continua la sua corsa e tocca quota 14,78 euro questa mattina alla Borsa di Francoforte, ai massimi dal gennaio 2018. Le azioni dell’istituto tedesco sono aumentate di oltre il 19% finora nel 2024, mentre il più ampio indice bancario europeo è salito del 12%.

Gli analisti di Morgan Stanley hanno promosso a ‘overweight’ il loro rating sulla banca tedesca, confermando il loro prezzo obiettivo di 18 euro, indicando così la possibilità di un ulteriore rialzo per le azioni.

“Nonostante la sovraperformance del 10% rispetto al settore negli ultimi 12 mesi, pensiamo che ci sia ancora spazio per Deutsche Bank, in quanto il miglioramento dello slancio dei ricavi dell'IB e una maggiore fiducia nella riduzione dei costi non sono completamente prezzati nei numeri del consenso”, hanno scritto gli analisti della banca statunitense in una nota.


Attualità - TIM (-1%): Bnp riduce il target price di Mauro Speranza

Le scelte di Bnp Paribas Exane su Telecom Italia

Titolo Telecom Italia in calo di un punto percentuale nella prima ora di contrattazioni odierne a Piazza Affari, scendendo così a 0,2234 euro.

Gli analisti di Bnp Paribas Exane hanno ridotto da 0,25 a 0,2 euro il target price sul titolo.

“Il mercato italiano è molto competitivo e resterà così anche dopo il deal Vodafone/Fastweb, tenuto conto di quanto forte è Iliad”, sottolineano gli analisti.


Attualità - Rumor su revisione partnership tra Unicredit e Nexi sui pagamenti di Mauro Speranza

Le indiscrezioni sulla partnership tra Unicredit e Nexi

Indiscrezioni dei media rivelano un accordo per la revisione della partnership tra Unicredit e Nexi sul fronte dei pagamenti.

Il Sole 24 Ore parla di termini più favorevoli per la banca di Piazza Gae Aulenti rispetto all’accordo attuale, in particolare nel mantenimento dell’attuale struttura, mentre i prossimi mesi saranno dedicati alla revisione effettiva del contratto per arrivare così alla firma.

Secondo MF, l'obiettivo del negoziato è ampliare e rafforzare l'intesa da 500 milioni che nel 2020 la banca di Piazza Gae Aulenti aveva sottoscritto con Sia, poi confluita in Nexi con la fusione del 2021. La discussione si sarebbe concentrata sugli investimenti in innovazione e sugli aspetti finanziari dell'intesa, su cui in prima battuta le posizioni delle due controparti apparivano distanti. Alla fine però le distanze si sono progressivamente ridotte.


Attualità - Bper, presentate 3 liste per cda di Mauro Speranza

Le liste per il consiglio di amministrazione di Bper Banca

Gli azionisti di Bper Banca hanno depositato 3 liste di candidati per la nomina del Consiglio di amministrazione e del Collegio sindacale della società in vista dell’assemblea degli analisti prevista per il prossimo 19 aprile.

Di seguito le tre liste per il cda presentate in ordine cronologico.

Lista numero 1

Presentata congiuntamente da un gruppo di investitori istituzionali e gestori di attivi titolari complessivamente dell’1,1536% del capitale, composta da tre candidati: Silvia Elisabetta Candini, Andrea Mascetti e Piercarlo Giuseppe Italo Gera.

Lista numero 2

Presentata da Unipol Gruppo, titolare di una quota pari al 10,533% del capitale, composta da 7 candidati: Gianni Franco Papa, Elena Beccalli, Maria Elena Cappello, Fabio Cerchiai, Matteo Cordero di Montezemolo, Maria Angela Cossellu e Stefano Rangone.

Lista numero 3

Presentata dalla Fondazione di Sardegna, titolare di una quota pari al 10,199% del capitale sociale, composta da 7 candidati: Antonio Cabras, Monica Pilloni, Fulvio Solari, Gianfranco Farre, Elisa Valeriani, Cristiano Cincotti e Delfina Pala.


Attualità - Cacao ai massimi storici di Mauro Speranza

Le cause del balzo del prezzo del cacao

I prezzi del cacao continuano a crescere e toccano i massimi storici, con il future per la consegna a maggio che questa mattina sale del 3,9% toccando 10.030 dollari a tonnellata. Nel corso del 2024 le quotazioni della materia prima sono raddoppiate.

Alla base dell’impennata dei prezzi c’è la scarsità di offerta, senza precedenti, in particolare in Paesi produttori quali Costa d’Avorio e Ghana.

A questo si aggiungono i dati causati dall’uragano El Niño che a dicembre aveva provocato forti piogge, impattando sulle piantagioni e favorendo la diffusione della malattia del baccello.

Il successivo caldo estremo, l'invecchiamento degli alberi di cacao e l'estrazione illegale hanno ridotto ulteriormente la produzione.